Modena, picchia la moglie davanti ai bambini perché aveva lavorato solo 12 ore


Un cittadino cinese di trentotto anni è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Medolla, a Concordia Sulla Secchia, nella provincia di Modena, per aver picchiato la moglie, sua connazionale. L’uomo, piccolo imprenditore tessile residente a Concordia, avrebbe colpito la compagna dopo averla accusata di aver “lavorato solo dodici ore” nella giornata di domenica. I carabinieri sono intervenuti sul posto intorno all’una di notte a seguito delle segnalazioni di alcuni passanti che hanno notato la vittima scappare a piedi spaventata in strada dopo le botte del marito e hanno appunto dato l’allarme.

Non era la prima volta che veniva picchiata dal marito – Secondo quanto ricostruito dai militari, il trentottenne avrebbe alzato le mani sulla moglie senza badare ai tre figli minori presenti: la donna “colpevole” solo di aver chiesto un po’ di riposo dopo dodici ore di lavoro sarebbe stata presa a sberle e picchiata con sempre maggiore violenza davanti ai suoi bambini. E, come hanno potuto ricostruire i carabinieri, non era la prima volta che la vittima veniva brutalmente picchiata dal marito. I militari hanno accertato infatti maltrattamenti ripetuti nel tempo. Il cinese è trattenuto nella camera di sicurezza della Compagnia di Carpi in attesa di essere portato in carcere.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/