“Momento chiave della stagione. Fino ad ora siamo da 7…” – ITA Sport Press


Tutto è pronto per la gara di ritorno di Europa League tra Napoli-Zurigo, valida per i sedicesimi di finale della competizione che si disputerà giovedì alle 18,55. Dopo il successo per 3-1 in Svizzera, gli azzurri proveranno a confermarsi anche davanti al pubblico amico del San Paolo.

Il tecnico dei partenopei Carlo Ancelotti, accompagnato dal portiere Alex Meret, è intervenuto nel consueto appuntamento con i media alle 13,00 per presentare la gara. ItaSportPress.it ha seguito live la conferenza stampa dal centro sportivo di Castel Volturno.

VOGLIA – “Due motivi per vedere Napoli-Zurigo? Perché la squadra ha voglia di fare gol e perché stiamo giocando bene. Il risultato dell’andata ci conforta, ma per evitare sorprese dobbiamo fare una partita di alto livello. Non vogliamo sottovalutare l’impegno”. “San Paolo con poco pubblico? Noi stiamo facendo il massimo per portare i nostri tifosi allo stadio”. “L’obiettivo è passare il turno e basta”.

PROBLEMA DEL GOL E DIFESA – “Sono contento dell’aspetto difensivo della squadra. Anche perché noi giochiamo alti. Anche se gli attaccanti hanno avuto un calo dal punto di vista realizzativo, dal punto di vista del gioco difensivo hanno dato una mano”. “Come si risolve il problema del gol? Serve serenità e precisione. Chi fa l’attaccante sa che ci sono momenti di grande forma ed altri di astinenza e difficoltà”. “Sono mancati i gol dei centrocampisti? Qualche gol c’è stato ma ne vorrei di più. Mi aspetto qualche cross in più dagli esterni e altre cose che abbiamo valutato tutti insieme”.

TURNOVER – “Se ci saranno cambi? Qualche rotazione ci sarà. Le ultime partite hanno avuto uno dispendio notevole di energie”. “Chiriches dall’inizio”. “Centrocampo? Se Diawara e Fabian possono sostituire Hamsik? Sono giocatori bravi, possono giocare lì. Siamo coperti in quel ruolo. Anche Zielinski può giocare in quella posizione”.

MOMENTO CHIAVE – “Siamo tutti sotto esame. Questa è il momento chiave della stagione. Dobbiamo fare uno sforzo supplementare. Tutte le partite sono fondamentali. Penso che siamo arrivati bene a questo momento”. “Che voto darei alla squadra fino ad oggi? Penso un 7. Nessun 5, ci sono solo promossi o bocciati. Speriamo di essere tutti promossi e speriamo di dare un voto più alto”.

CALCIO ITALIANO – “Non credo sia cambiato molto da quando sono tornato rispetto a prima. Il calcio italiano è forte perché è tattico e organizzato. Problemi? Abbiamo battagliato per migliorare la cultura e speriamo si continui così”. “Se mia moglie parla di tattica? Può parlarne ma sono io che a casa non ne voglio parlare perché voglio staccare la spina”.

ESTERNI – “Sono contento del lavoro degli esterni. Hysaj sta facendo il suo. Malcuit ha fatto molto bene, Mario Rui ha alternato partite di alto livello ad altre sottotono, ma ha dato un grande contributo. Ghoulam è tornato dall’infortunio e dobbiamo avere cautela, ma devo dire che c’è un grande equilibrio tra attacco e difesa”.




Link ufficiale: gazzetta.it