Mondiale U20, Italia-Giappone 0-0: per gli azzurrini ottavi “soft” – La Gazzetta dello Sport


Grazie al pareggio con i nipponici, i ragazzi di Nicolato sono primi nel girone B. Domenica 2 giugno incontreranno la migliore terza dei gruppi A, C e D

Massima resa col minimo sforzo. L’Italia Under 20 non doveva perdere col Giappone per blindare il primo posto nel girone B e così è stato. A Bydgoszcz i ragazzi di Nicolato non brillano e i nipponici non ne approfittano. Un punto che vale un ottavo di finale senza la minaccia di Argentina e Portogallo per gli azzurrini e fa contenti anche gli asiatici, che accedono alla fase a eliminazione diretta. Nell’altra partita del girone l’Ecuador batte il Messico 1-0 e spera di passare come migliore terza.

Scelte iniziali

—  

Ampio turnover per Nicolato, complice la diffida che pende su ben sette giocatori: la coppia dei bomber Pinamonti-Scamacca riposa, c’è spazio allora per il tridente con Olivieri, l’ex Atalanta Christian Capone e Gabriele Gori, attaccante di proprietà della Fiorentina che ha trascorso l’ultima stagione in prestito in B, tra Foggia e Livorno. Tra i pali al posto di Plizzari, grande protagonista contro l’Ecuador e fresco di rinnovo al Milan fino al 2023, c’è Marco Carnesecchi.

Primo tempo

—  

Il portiere classe 2000 non fa rimpiangere il talento rossonero e si distingue subito nella stessa specialità del collega: parare rigori. L’occasione si presenta al 9’ del primo tempo: Buongiorno cerca di anticipare in scivolata Tagawa su una palla vagante in area. Il difensore azzurro non riesce, però, ad evitare il contatto con la gamba dell’avversario. L’arbitro non ha dubbi: è rigore. Dal dischetto si presenta Hiroki Ito. Il portiere azzurro intuisce la direzione del tiro, il giapponese calcia debole. Carnesecchi si distende bene ed esulta alla D’Ambrosio contro l’Empoli. Poco prima la Nazionale nipponica aveva rischiato un clamoroso autogol, con il retropassaggio sbagliato da Kobayashi, salvato sulla linea dal portiere. Unica chance per il vantaggio azzurro dei primi 45’, dominati dagli asiatici.

Secondo tempo

—  

Nella ripresa continua il dominio territoriale del Giappone. Il palleggio stretto, il pressing costante e il tiro facile dei ragazzi di Kageyama mettono in grossa difficoltà gli azzurrini che si fanno schiacciare nella propria metà campo. Ma gli asiatici non trovano la via del gol e Nicolato può festeggiare il primo posto nel girone. Domenica 2 giugno alle 17:30 gli azzurrini incontreranno la migliore terza dei gruppi A, C e D: in questo momento sarebbero gli Usa.


Link ufficiale: gazzetta.it