“Muriel è stato accolto bene, adesso dimostri la continuità”


Di seguito l’intervento di Stefano Pioli a Sky Sport nel postpartita di Fiorentina-Sampdoria:

Dovevamo fare gol prima, abbiamo avuto diverse occasioni per andare in vantaggio. Abbiamo giocato con coraggio e generosità, perdere sarebbe stata una beffa enorme. Muriel? Non gioca novanta minuti da non so quanto tempo. Lo hanno accolto tutti bene, è un giocatore di talento che vogliamo mettere nelle condizioni di rendere per quello che è. Ha capito che fino ad ora non ha reso quanto poteva. Il suo talento deve essere messo a disposizione della squadra e la squadra deve a sua volta mettersi al servizio del talento. Il primo giorno che è arrivato gliel’ho detto, “sei il primo giocatore che mi ricorda Ronaldo il Fenomeno”. Luis deve dimostrare la continuità, cosa che non gli è mai riuscita in passato. La nostra fiducia c’è, adesso dipende da lui. Espulsione di Fernandes? Dell’arbitro non voglio parlare, se lo riterrà lo farà direttamente la mia società. Nei loro due gol (il secondo e il terzo, ndr) avremmo potuto fare qualcosa di più.

Così, invece, Stefano Pioli in conferenza stampa:

Oggi preferisco concentrarmi sulla prestazione della squadra, il rammarico è esser stati in vantaggio con la minima differenza. Anche in dieci abbiamo avuto cuore, qualità e generosità, anche se gli errori ci saranno sempre, dovremo stare più attenti in varie situazioni.

Muriel? Se è questo, posso andare a casa tranquillo. Ha grande potenziale, mi ricorda per movenze Ronaldo il fenomeno. Ha 28 anni, non è riuscito a raggiungere quello che poteva, adesso deve raggiungere tutto ciò che può, in questo dovremo aiutarlo. Per me può giocare sia seconda che prima punta.

Contro avversari di qualità non puoi sbagliare niente, era inevitabile concedere qualcosa, anche la stanchezza ha fatto la sua parte, abbiamo giocato per più di un’ora in dieci.

Nonostante i risultati non siano quelli che vorremmo, i giocatori stanno dimostrando la loro crescita. Abbiamo le possibilità di far bene. Il campionato è livellato verso l’alto, sei squadre sono più forti. Tra noi, Sampdoria, Torino e Atalanta ci saranno pochi punti di differenza.

La prestazione in 11 contro 11 è stata di qualità. Nelle prossime settimane avremo appuntamenti difficili, sia in campionato che in Coppa Italia.

Dabo? Mi aspettavo molto di più da lui, mi aspettavo una crescita superiore per quelle che sono le sue caratteristiche fisiche. Sul mercato cambieremo solo se possiamo migliorare quello che abbiamo. Mi è piaciuto come è entrato a Torino e oggi, deve continuare così.

Violanews consiglia

PAGELLE VN: Muriel esordio da fenomeno. Fernandes e Hugo, che ingenuità!




Link ufficiale: gazzetta.it