Napoli risponde al razzismo: Koulibaly sarà cittadino onorario – La Gazzetta dello Sport


Il Consiglio comunale ha detto sì alla proposta nata in dopo i cori discriminatori verso il difensore durante la gara di San Siro con l’Inter

L’ultimo passaggio si sarebbe dovuto fare in consiglio comunale. E, nella seduta di stamattina, l’amministrazione napoletana ha votato si al conferimento della cittadinanza onoraria a Kalidou Koulibaly. Un attestato che la città ha voluto riconoscere al difensore senegalese, spesso fiero difensore delle questioni napoletane. E non solo. Il suo impegno contro ogni forma di razzismo e la sua partecipazione alla vita sociale della città, è stato spesso apprezzato dalla gente, che in lui ha sempre visto un baluardo a difesa di Napoli.

PROPOSTA

—  

Quella della cittadinanza a Koulibaly è stata presentata da due consiglieri della maggioranza, Laura Bismuto e Nino Simeone. L’iniziativa è stata pensata sin dallo scorso 26 dicembre, quando il difensore senegalese subì i cori razzisti che gli dedicò uno dei settori popolari dello stadio di San Siro. Come hanno ricordato i due consiglieri spiegando il motivo della loro azione, Koulibaly rispose con dichiarazioni che hanno dimostrato che, oltre ad essere un fuoriclasse, ha saputo essere anche un vero esempio di cittadino del mondo. “Il conferimento della cittadinanza onoraria – hanno sottolineato i due consiglieri – ha una grande valenza politica ed evidenzia la natura antirazzista, multiculturale e multietnica della nostra città di cui Kalidou Koulibaly è e può essere degno rappresentante”.


Link ufficiale: gazzetta.it