“Nel Def c’è il più grande piano di investimenti della storia italiana”


Il vicepremier ospite di Maria Latella su SkyTg24.

Di Maio su piano di investimenti

Luigi Di Maio, vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico del Governo Conte, è stato stamane ospite di Maria Latella nel programma L’intervista di SkyTg24 poi ha parlato anche al Global Forum per la democrazia diretta.

Alla giornalista di Sky, Di Maio ha detto:

“Appena il Def sarà pubblicato si vedrà che c’è il più grande piano di investimenti della storia italiana”

Poi, alle domande sulle reazioni che ieri i mercati hanno avuto alla manovra economica italiana, ha risposto dicendo che sono state reazioni “normali” e ha aggiunto di aver visto “diversi analisti non centrare l’obiettivo, pensando a una scusa della manovra per uscire dall’Europa e dal’Euro” e ha rassicurato che non c’è alcuna intenzione di abbandonare la moneta unica europea, sono tutte “sciocchezze”, poi ha aggiunto:

“Noi abbiamo fatto la manovra del popolo che per la prima volta ricostituisce diritti sociali distrutti”

Sul deficit al 2,4% ha detto che non è stato fatto nulla di diverso dagli altri Paesi Ue e ha spiegato che è una manovra che “dà un po’ più di respiro” a giovani, anziani e a chi ha spetta di andare in pensione oltre che ai truffati dalle banche:

“Quel po’ di debito che facciamo in più lo ripagheremo nei prossimi anni con la crescita. La manovra del popolo non deve preoccupare i mercati. Sarà interessante andare a discutere con l’Europa. Il debito che faremo si pagherà nei prossimi anni con la crescita”

Un altro tema oggetto dell’intervista è stato il rapporto con il ministro dell’Economia Giovanni Tria e con i tecnici del suo ministero. Sulla possibilità che Tria sia andato da Sergio Mattarella a rassegnare le dimissioni e che il Capo dello Stato le abbia respinte, Di Maio ha detto:

“Io questo non lo so. So che noi pure difendiamo Tria, deve restare al Mef. Si è descritta una situazione che non è vera”

E per quanto riguarda la ragioneria dello Stato e i tecnici del Mef, ha aggiunto:

“Il Ragioniere generale Daniele Franco l’ho visto una volta sola e non posso dire se mi fido o non mi fido. Al Mef però ho trovato trabocchetti e insidie di funzionari che invece di fare il loro dovere fanno gli interessi dei vecchi partiti”

Al Global Forum per la democrazia diretta, invece, Di Maio ha annunciato che ci saranno dei provvedimenti “anti-tecnici”:

“Gli apparati stanno continuando a remare contro questo governo. I tecnici devono essere al servizio del popolo e degli input che dà il governo. Ma se i tecnici non vogliono fare il loro dovere vorrà dire che cambieremo le leggi, come la Bassanini, che dà più potere ai tecnici che ai politici”




Link ufficiale: http://www.blogo.it/rss