nel libro di Marco Perillo tutti i misteri di Napoli


Un libro per scoprire la Napoli meno conosciuta, per”scostare il velo di Maya” com’è indicato nell’introduzione, cioè conoscere la città in sé oltre le convinzioni. “Le storie segrete della storia di Napoli” il volume di Marco Perillo, edito dalla casa editrice Newton Compton Editori, capitolo dopo capitolo apre gli occhi dei lettori sui simboli e le curiosità segrete oltre la crosta apparente della città che ha visto l’avvicendarsi di culture e popoli che l’anno conquistata secolo dopo secolo. “Misteri irrisolti, curiosità e leggende di oltre duemila anni vissuti all’ombra del Vesuvio” è il sottotitolo introduttivo del libro che riscopre gli aneddoti curiosi che rendono certi luoghi perni del romanticismo urbano. Il romanzo raccoglie e sviluppa una per una tante curiosità: dettagli che infittiscono la trama della leggenda, curiosità legate alle dinastie, alle religioni, alle sette, agli ordini cavallereschi e monastici che hanno abitato la città partenopea nei secoli.

A dare la prima nota d’inizio è la leggenda della sirena Partenope che secondo il mito diede le origini a Neapolis. Nel primo capitolo, “Il greci e loro misteriosi culti”, l’autore fa luce sui rituali pagani della penisola ellenica attraverso le divinità meno popolari. Il passo successivo è la civiltà romana: capire cosa significasse Neapolis durante l’età imperiale, l’urbe vissuta come luogo di villeggiatura. Gli usi, i costumi, ed il dialogo con gli dei: le orgie, le offerte e le feste.Il volume spiega come le festività pagane furono soppiantate da quelle cristiane con l’arrivo del Cristianesimo descritto nel capitolo “Da Costantino al ducato nel segno di una nuova religione”. Come tutto si trasformò quando arrivarono i Normanni, gli Svevi, passando per il capitolo su “Gli Aragonesi: esoterismi ed intrighi”.

S’intitola “Sette e ordini del decennio francese all’Unità” la sezione in cui si entra nei dettagli della vicenda che portò l’Italia all’Unità con aneddoti esplicativi di una questione ancora misteriosa quanto fondante della nostra società. Il lettore è condotto così alle vicende dell’oggi: massoneria, esoterismo, tutte le associazioni di origine pagana che non possono non aver lasciato un sogno nella storia, ma che il tempo tende a dissolvere. Marco Perillo è già noto per il romanzo “Misteri e segreti dei quartieri di Napoli” che ha vinto il premio Tulliola Renato Filippelli e il Premio Letizia Isaia. Classe ’83 è giornalista de “Il Mattino”. Ama la sua città come fosse una madre e da sempre nelle sue opere cerca di raccontarne la ricchezza. Autore del romanzo “Phlegraios. L’ultimo segreto di San Paolo”, con la Newton Compton ha pubblicato anche “101 perché sulla storia di Napoli che non puoi non sapere.”


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/