“Non abbiamo fatto niente di male”


Le immagini dei primi soccorsi alla stazione Repubblica della metro a Roma. LaPresse

Le immagini dei primi soccorsi alla stazione Repubblica della metro a Roma. LaPresse

I tifosi del Cska non ci stanno e, d’accordo con la loro societ, sarebbero pronti anche a chiedere l’intervento dell’ambasciata di Mosca per dimostrare che “non stavamo saltando sulla scala mobile della metro di Roma. Stavamo cantando, questo s, ma non abbiamo fatto niente di male”. Su Twitter, Facebook e Instagram i tifosi del Cska pubblicano foto, video e racconti di testimoni che darebbero forza alla loro versione dei fatti. Versione per ora contestata dal ministro dell’Interno, Salvini: “C’erano decine di ubriachi che facevano casino”, ha detto a Rtl.

PUTIN E I FERITI
Anche il presidente russo Putin, a margine dell’incontro con il premier Conte, ha parlato di quanto accaduto a Roma: “Ringrazio la sindaca Raggi per l’assistenza e ringrazio anche il personale che ha prestato soccorso”. I tre feriti pi gravi, stando a quanto fatto sapere dall’Ospedale Umberto I, sono in condizioni stabili e non in pericolo di vita. Due sono in codice rosso, uno in codice giallo e sono tutti giovani di et compresa tra i 37 e i 27 anni.


LA QUESTURA
Oltre al crollo della scala mobile, la serata di ieri ha visto anche due tifosi russi accoltellati nei pressi dello stadio. Uno, fa sapere la Questura, ha rifiutato le cure perch colpito in modo lieve ed ha visto la partita, l’altro al Gemelli, ma non grave. Sei tifosi russi inoltre, accusati di lesioni personali e aggressioni, sono stati sottoposti a Daspo: “Le indicazioni fornite dalla Questura e dal Consolato russo, nei giorni scorsi, ai tifosi del Cska Mosca, sono state interamente disattese dalla tifoseria straniera. Non si mai verificata una vera e propria contrapposizione importante tra le due avverse tifoserie, ma si registrata, durante l’afflusso, una commistione di tifosi nell’area limitrofa all’impianto sportivo e lungo le vie d’accesso, e isolate intemperanze”, ha sottolineato la Questura. Quindici, infine i romanisti identificati, la loro posizione al vaglio delle forze dell’ordine.

 Chiara Zucchelli 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it