“Non c’è nessun golpe giudiziario. Rispetto il lavoro di tutti”


“Vado avanti, non sono un sequestratore”

Non c’è nessun golpe giudiziario. Ci sono delle inchieste, spero che facciamo bene e facciano in fretta“. Matteo Salvini a margine del Forum di Cernobbio è tornato ad usare toni pacati dopo il duro attacco di ieri nei confronti della magistratura. Il Ministro ha assicurato di “rispettare il lavoro di tutti“, ribadendo, però, che gli avvisi di garanzia “non gli tolgono il sonno“: “vado avanti a lavorare per fare quello che gli italiani mi chiedono di fare. Conto di fare per almeno 5 anni il lavoro di ministro dell’Interno, senza essere considerato un assassino o un rapitore“.

Probabilmente a riportare Salvini su posizioni più consone al consesso democratico sono stati anche gli alleati di Governo; Di Maio e Bonafede ieri hanno criticato le sue parole, sostenendo che il suo linguaggio non fosse adeguato al contesto della “Terza Repubblica”. Al momento, dunque, sembra scongiurata l’ipotesi di una manifestazione di piazza contro la magistratura come ipotizzato ieri.

Salvini ha poi aggiunto di aspettare “con grande rispetto, celerità e curiosità le sentenze e i giudizi che mi riguardano“, assicurando di non sentirsi sopra la legge: “non sono sopra la legge, sono disposto ad andare a Palermo a piedi per spiegare come e perché sto combattendo l’immigrazione clandestina“. Infine, però, ha ribadito di sentirsi legittimato dal consenso: “se sono un sequestratore ne trarrò le conseguenze. Penso di essere un esecutore di quello che mi chiede il popolo italiano“.




Link ufficiale: http://www.blogo.it/rss