“Non giocavo mai. Con Ancelotti è tutto diverso”


Marko Rog. GETTY

Marko Rog. GETTY

Mentre Allan riceva la sua prima convocazione dal c.t. brasiliano Tite, Marko Rog ammette che la Croazia al Mondiale ha giustamente fatto a meno di lui: “Ci sono rimasto male per non aver partecipato ma capisco il nostro selezionatore. Con il Napoli non giocavo mai, ora spero nell’Europeo”.

imparare
In effetti, con la nuova guida tecnica, ora Rog è tornato importante: “Con Ancelotti sono più coinvolto e spero di continuare a fare bene. Il nostro è un grande allenatore, ci dà serenità e si possono imparare tante cose da lui. Con il 4-4-2 stiamo facendo bene ma possiamo cambiare pelle in corsa perché capiamo senza problemi il calcio di Ancelotti”. Occhio però alle insidie, specie dopo tanta euforia: “Dobbiamo stare attenti alla Roma – ha detto Rog a Kiss Kiss -. Quando sono venuti l’anno scorso erano in un momento difficile e abbiamo perso. Adesso però siamo più maturi, siamo cresciuti come squadra”.


le ultime
Nelle rotazioni di Ancelotti potrebbe esserci spazio anche per il croato, in ballottaggio con Hamsik. Maksimovic spinge per giocare al centro della difesa mentre sono in tre per i due posti da terzino. Zielinski dovrebbe tornare titolare.

 Gianluca Monti 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it