“Non sar un peso. E dopo forse far l’allenatore”


Daniele De Rossi, 35 anni. Lapresse

Daniele De Rossi, 35 anni. Lapresse

Ribadisce di “non voler essere un peso”, di volersi prendere il diritto di cambiare idea, anche se all’ultimo anno di contratto (sulla carta). E ribadisce pure che in futuro si vede allenatore, anche se ancora non sa se vuole sottoporre la famiglia allo stress dei risultati. Daniele De Rossi torna a parlare e lo fa al “Trigoria Night Show”, in onda stasera su Roma Tv alle 23. Facendo un giro attraverso Trigoria, che vive ormai da pi di vent’anni, De Rossi si racconta tra passato e, soprattutto, futuro: “La Roma va avanti, andata avanti dopo Di Bartolomei, Conti, Giannini, dopo le peggiori delusioni. Stiamo andando avanti anche senza Totti, che forse la cosa pi dolorosa per i tifosi, figuratevi se non si pu superare il post carriera del sottoscritto. Se mi fa male il ginocchio per cinque giorni di seguito, penso che voglio smettere e dico a mia moglie che questa estate ce ne andiamo in vacanza per tre mesi. Appena sto bene, penso subito alla prossima gara. Ma sono coerente, non voglio essere un peso, non voglio essere qualcosa che toglie, ho gi le idee chiare sui prossimi anni. Non lo dico mai, mi tengo la libert di poter cambiare idea, sono un po’ egoista in questo. Fare l’allenatore? Ho grande passione per questo sport, l’unico ruolo in cui mi vedo nel futuro. Dovr capire se avr voglia di sottoporre la mia famiglia allo stress dei risultati, della lontananza o degli spostamenti”.

rimpianti
Detto che De Rossi vorrebbe rigiocare Roma-Samp del 2010 perch “quella squadra avrebbe meritato lo scudetto”, sabato contro la Spal difficilmente ci sar per via della frattura a un dito del piede: “Non so fare delle previsioni sul rientro, una frattura, quando guarisce guarisce. Era il sesto minuto quando mi sono fatto male, non ho sentito un grande dolore ma a fine primo tempo il piede era gi gonfio. Ho capito che qualcosa si era rotto, ma la partita era in bilico e in questo momento c’ bisogno di tutti. Vincendo il derby – aggiunge il capitano della Roma – si creata un po’ pi di convinzione in noi stessi, anche chi zoppicava a livello di prestazioni rifiorito, basti pensare a Lorenzo Pellegrini. Dal momento in cui ha fatto il tacco nato un giocatore nuovo e mi auguro rimanga cos per 20 anni e con la stessa maglia”.


fiducia zaniolo
Dal capitano a uno degli ultimi arrivati, a Sky l’ex interista Zaniolo, dopo gli esordi in campionato e in Champions, parla proprio di De Rossi: “Daniele un punto di riferimento, spero di continuare cos visto che fino a questo momento il mio bilancio positivo. La Nazionale? Mancini mi ha detto di aver fiducia in me. Adesso sta a me dargli ragione”.

 Chiara Zucchelli 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it