non segue più il calcio da quando gli hanno rubato il suo… toro – Il Posticipo


Si parla spesso del rapporto di calciatori ed ex calciatori con i propri animali domestici: c’è chi preferisce i cani, chi i gatti, chi le tartarughe e così via. Una volta adottato un animale, è impossibile non affezionarsi, ma i piccoli amici non durano per sempre. E gestire il loro abbandono può rivelarsi davvero complicato. C’e un ex giocatore in particolare che ha rivelato di essere depresso: cinque mucche ma soprattutto il suo toro da compagnia sono stati sottratti dalla sua fattoria in Colombia. Faustino Asprilla, ora, non riesce più a seguire il suo amato Atletico Nacional senza il suo fido bovino di nome Lagrimon.

RICADUTA – L’ex calciatore del Parma, nonché leggenda del Newcastle, accudiva Lagrimon da più di quattro anni nella sua fattoria di Tulua, in Colombia. Poverino: dopo una vita costellata di scoop semi-scandalistici, per una volta che voleva fare qualcosa di tranquillo, è stato pesantemente boicottato. ‘Tino’, senza Lagrimon, è disperato e guardare le partite dell’Atletico Nacional senza di lui è tutta un’altra cosa. Certo è che ora potrebbe subire una “ricaduta” su qualche giornale di gossip, magari inventando qualcosa di particolarmente creativo nella sua azienda che produce preservativi aromatizzati.

FAMIGLIA – Chi non ha mai avuto un animale domestico potrebbe pensare che quello sia “solo un toro” e potrebbe non capire il momento difficile di Asprilla. Per questo, si riportano le parole dell’ex Newcastle pubblicate dal sito Noticias Caracol: “Qualcuno è entrato nella fattoria che ho chiamato San Geronimo e ha preso il toro e altre cinque mucche. Sono entrati velocemente, hanno danneggiato una parte della recinzione e hanno portato fuori gli animali caricandoli su un camion fermo in una fattoria di fronte alla mia. Li hanno presi“. Il problema non è solo economico, sebbene il valore complessivo degli animali sottratti si avvicini ai 13.000 euro, ma soprattutto per ciò che riguarda il toro, si tratta di una questione affettiva: “Seriamente, è deprimente guardare il mio Atletico Nacional senza la compagnia di Lagrimon. È stato il mio animale domestico per anni, è come parte della mia famiglia. Abbiamo passato insieme un periodo tra i 4 e i 5 anni“. La polizia sta cercando indizi e la speranza è che Tino possa riabbracciare il suo Lagrimon.

 




Link ufficiale: gazzetta.it