Non solo De Rossi: contro il Parma anche Dzeko darà l’addio a Roma – La Gazzetta dello Sport


Dopo quattro stagioni l’attaccante bosniaco si prepara alla sua ultima partita in giallorosso: con un gol staccherebbe Balbo diventando il settimo marcatore di sempre nel club della Capitale

L’avvicinamento è stato quello di sempre: giornate in famiglia, una sosta dal parrucchiere di fiducia, una passeggiata nel centro commerciale vicino casa. Quello di stasera, però, per Edin Dzeko sarà un ritiro speciale perché, salvo colpi di scena difficili da prevedere, sarà l’ultimo con la Roma. Dzeko non lascerà subito la città, visto che le due figlie più grandi vanno ancora a scuola, e magari non la lascerà del tutto neppure dopo: l’idea è quella di tenere la Villa di Casal Palocco da quasi tre milioni di euro, magari affittandola, perché lui e la moglie Amra a Roma hanno costruito la loro famiglia. Non sarà facile andar via, ma sembra impossibile ormai ricucire. Quella con il Parma sarà la sua ultima partita con la Roma.

ALTI E BASSI

—  

Il numero 9 bosniaco è stato il bomber che ha colorato i sogni giallorossi (tra alti e bassi) negli ultimi quattro anni. Dal primo gol alla Juventus che aveva davvero fatto sognare tutti alle 39 reti di due stagioni fa, passando per il flop del primo anno, la mancata cessione al Chelsea del gennaio 2018 e le poche reti di quest’ultima stagione, a Roma ha segnato, finora, 87 gol in 178 partite. La coppia perfetta in giallorosso l’ha composta con Salah quando c’era Spalletti, Di Francesco per lui è passato dal 4-3-3 al 4-2-3-1 per avvicinargli un giocatore e farlo sentire meno solo, ma dopo aver trascinato lo scorso anno la squadra alla semifinale di Champions, in questi mesi non si è ripetuto. Nel giorno dell’addio di De Rossi, ci sarà quindi un po’ di commozione anche per lui, che proprio da De Rossi venne difeso il primo anno platealmente dopo un gol in Roma-Inter.

RECORD

—  

Con un gol staccherebbe Balbo (87 reti in giallorosso come lui) e sarebbe per sempre il settimo marcatore della storia Roma. Un piccolo record per salutarsi e dirsi addio nel migliore dei modi. O forse arrivederci. Perché Dzeko a Roma si è sposato, ha visto nascere Una (tre anni) e Dani (uno e mezzo), ha comprato casa e si è legato tantissimo alla città, tanto da avere ormai un’infinità di amici italiani. Mancherà a loro, ma mancherà, in fondo, anche ai romanisti: non sarà facile trovare un attaccante che, per 21 milioni (prezzo complessivo calcolando anche i bonus presi dal City) possa segnare come lui e fare, allo stesso tempo, anche il trequartista.


Link ufficiale: gazzetta.it