“Non sono mai stato così felice come al Milan. Sul ritorno…”


Gerard Deulofeu esulta per il gol in Milan-Bologna 3-0 (credits: GETTY Images)

Nonostante la sua permanenza al Watford, una cosa è certa: Gerard Deulofeu vorrebbe tornare a giocare nel Milan. L’ex rossonero, infatti, non perde occasione di ricordare quanto sia stata bella la sua avventura in rossonero, che effettivamente gli ha regalato tante soddisfazioni: “Non sono mai stato così felice come ai tempi del Milan – ha detto lo spagnolo al Mundo Deportivo -. Lì mi sono sentito molto amato, mi sono goduto il giocare a calcio in maniera pazzesca. Dal primo momento mi è stato detto quello che volevano da me, hanno avuto grande fiducia nel mio modo di giocare e io ho aiutato un club così grande e bello. L’interesse di gennaio? E’ sempre bello che si interessino club e per il Milan, come ho sempre detto, ho un apprezzamento speciale. Non chiudo la porta a un ritorno, ma sono concentrato sul Watford. Per ora”.

Sul periodo al Barcellona: “Fino a gennaio dell’anno passato stavo bene, giocavo abbastanza dopo l’infortunio di Dembélé però non avevo i minuti che credevo di avere. Sono un calciatore che ha bisogno di giocare per essere felice, non posso stare molto tempo in panchina. Se sono maturato? Sì, tanto a livello personale quanto calcistico. Aver giocato in Spagna, Italia e Inghilterra aiuta. E’ evidente che uno cresce quando esce dalla zona comfort, vive cose che quelli che non lasciano il proprio paese non hanno potuto vivere e sa come funzionano certe cose nello spogliatoio”.

Sulle aspettative: “Da quando ho iniziato al Barcellona ci si è sempre aspettato molto da me. E’ complicato quando si è una promessa del Barça, però non ci si può lottare. Sono contento della mia carriera. Mi ha fatto più male che bene essere definito il nuovo Messi? Penso di sì, è stato difficile combattere con questa etichetta. Quando parli con i veterani ti assicurano che devi stare attento a queste promesse e andare piano. Bisogna avere pazienza, ma tutti abbiamo avuto l’opportunità di dimostrare di essere Messi, Busquets o Iniesta. Alcuni l’hanno sfruttata, altri no”.

INTANTO GATTUSO SARA’ OSPITE DI C’E’ POSTA PER TE. ECCO IL VIDEO, CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android




Link ufficiale: gazzetta.it