“Non voglio fermarmi, testa al campionato e alla Champions”


Lorenzo Pellegrini, LAPRESSE

Lorenzo Pellegrini, LAPRESSE

Il nuovo ruolo che gli ha cucito addosso Di Francesco sembra perfetto per lui: Lorenzo Pellegrini, dal derby, si diverte a giocare trequartista, pi vicino alla porta, pi pronto a quegli inserimenti che tanto piacciono all’allenatore. Protagonista di un evento Nike a via del Corso, il centrocampista, reduce anche dalla Nazionale, ammette come il periodo che aspetta la Roma adesso (Spal, Napoli e Fiorentina in campionato, due volte il Cska in Champions) sia importantissimo: “ fondamentale mettere in chiaro le cose sia in campionato sia in Champions. In campionato proveremo a recuperare qualche punto gi da sabato contro la Spal. Siamo arrivati alla sosta con serenit, grazie alle vittorie, ora abbiamo davanti partite essenziali in campionato e in Champions. Non ci aspettavamo la vittoria del Cska Mosca col Real, ma pensiamo che fare due risultati positivi con i russi sarebbe un bel passo verso la qualificazione”.

IL DERBY
La sensazione, vista la tranquillit con cui parla Pellegrini, che il gol di tacco al derby da subentrato possa aver cambiato la sua stagione e, forse, anche il suo percorso a Roma: “C’ stata un po’ di incoscienza: se la palla fosse finita fuori, in molti non me l’avrebbero perdonato. In quel momento non devi pensare. Mi sono girato, ho visto la palla entrare ed stato fantastico. In questo ruolo ho spazio per svariare e divertirmi, ho meno pensieri tattici rispetto alla mezzala. Sono entusiasta, mi piace giocare l anche perch vedo la squadra girare bene. Tutti ci troviamo bene e vengono date pi soluzioni di passaggio”.


CONCORRENZA
Quando rientrer Pastore, ancora alle prese con la lesione al polpaccio, Pellegrini avr un concorrente in pi: “Lui ha dimostrato di fare benissimo da trequartista. Abbiamo un bel rapporto, come tutti noi. Sicuramente lui ha tanta tecnica, ma siamo un bel gruppo e anche in campo si vede questo affiatamento”. Stesso discorso per quanto riguarda l’Italia: “Volevamo tutti la vittoria in Polonia, dobbiamo continuare cos. Mancini fa sentire tutti importanti, molto bravo nella gestione”.

 Chiara Zucchelli 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it