“Nzonzi chi ? Tirerei la sedia a qualcuno”


Carlo Verdone, 68 anni

Carlo Verdone, 68 anni

Vorrebbe, parole sue, “prendere la sedia e tirarla in testa a qualcuno. Serve un cambiamento”. Carlo Verdone, il giorno dopo la disfatta della Roma a Firenze, interviene a “Un giorno da pecora” e sfoga, davvero senza mezzi termini, il suo malumore: “Ieri al quarto gol Enrico Vanzina – racconta – con cui stavo vedendo la partita, si alzato ed andato via, senza salutare nessuno”. Lo stato d’animo, ammette Verdone, era pessimo per tutti. E non che il giorno dopo le cose vadano meglio. “Voglio bene a Di Francesco, ma non riesce a formare il gruppo, la squadra non pu essere cos bipolare. Evidentemente c’ una spaccatura nello spogliatoio, forse tra giovani e senatori. In questo modo non andremo avanti, qualcosa va cambiato”.

PALLOTTA E SOUSA
Cosa, per? Verdone non ha una ricetta sicura: “Le colpe partono da lontano, Pastore al Psg non giocava mai. Nzonzi chi ? Marcano, Coric, Bianda. Chi abbiamo preso? Per quanto riguarda Pallotta, se non si sbrigano a dargli un ok allo stadio, che non arriva per colpa della burocrazia, sar sempre cos, penser alle plusvalenze e alle vendite”. L’ipotesi che possa subentrare Paolo Sousa al posto Di Francesco: “A ‘sto punto va bene tutto. Non voglio andare contro Di Francesco, ma o col Milan vediamo una partita oppure davvero non so. Sousa? Mi sembra una persona seria, per ripeto, non voglio andare contro DiFra. Dico solo che qualcosa – ribadisce Verdone – va modificata”.


I VIDEO DI GAZZETTA TV

 Chiara Zucchelli 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it