“Occasione persa. Era una partita da vincere”


Gian Piero Gasperini, tecnico dell'Atalanta. Ansa

Gian Piero Gasperini, tecnico dell’Atalanta. Ansa

Vede il bicchiere mezzo vuoto Gian Piero Gasperini dopo aver assaporato la gioia del trionfo esterno sul campo della Fiorentina. Ma prima da 2-0 e poi da 3-2 la sua Atalanta si sempre fatta recuperare dalla Viola e ora – seppur con un buon vantaggio dovuto ai tre gol realizzati in trasferta – dovr conquistarsi la finale di Coppa Italia nel ritorno di Bergamo del 24 aprile: “Abbiamo condotto la partita a lungo e ci abbiamo messo molto del nostro per farci raggiungere. Per come abbiamo giocato, potevamo e dovevamo vincere: un buon risultato per la qualificazione ma un’occasione persa. Ora lasciamo da parte questa Coppa Italia per due mesi: teniamo ad andare in finale, abbiamo due risultati su tre in casa. Chi vogliamo tra Milan o Lazio? Meglio in finale l’Atalanta, poi venga chi vuole…”

errori e firme
Gasperini analizza la partita del Franchi e ammette che, sul 2-0 per l’Atalanta, “un errore (di Palomino, ndr) ha dato slancio alla Fiorentina, che in quel momento era in grande difficolt. Sul terzo gol eravamo in vantaggio a poco dalla fine e abbiamo preso un’infilata alle spalle. Muriel e Chiesa sono velocissimi, noi siamo stati bravi a lungo ed naturale aver concesso qualcosa, visto che per creare dobbiamo attaccare. Ma globalmente siamo soddisfatti: alla vigilia avremmo firmato volentieri per questo risultato”.


 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it