ora la Lega è al 33,5%, è il risultato più alto della storia


Se in questo momento si andasse a votare, la Lega prenderebbe il 33,5% dei voti. È quanto emerge dall’ultimo sondaggio condotto da Nando Pagnoncelli per il Corriere della Sera. La creatura di Matteo Salvini stacca il Movimento 5 Stelle che si ferma al 30%, in calo di 1,5 punti. Alle spalle dei due partiti di governo si colloca il Pd, stabile al 17%, quindi Forza Italia con l’8,7%, in aumento di un punto; a seguire tre forze sostanzialmente allo stesso livello (tra 2,4 e 2,5%): Fratelli d’Italia, +Europa e Liberi e ugual Nessun’altra formazione raggiunge l’1% e oltre un elettore su tre manifesta l’intenzione di astenersi o si dichiara fortemente indeciso.

Ma la rilevazione di Pagnoncelli segnala pur che il consenso per l’esecutivo giallo-verde è ora stagnante. C’è sì il gradimento degli italiani (al 58%), ma -3% rispetto a fine luglio. In calo anche il gradimento del premier Giuseppe Conte, (57% contro il 61% di luglio) e del vicepremier e ministro del Lavoro Luigi Di Maio (45% contro il 50%), che perde consensi anche tra i leghisti (-15%) e tra gli astensionisti (-11%). Lo stesso leader del Carroccio perde preferenze personali fermandosi al 51% (-1%). Salvini è comunque apprezzato da tre pentastellati su quattro.

E se il governo e il presidente Conte sono sostenuti da un consenso molto forte, tra 87% e 96%, tra gli elettori gialloverdi, subiscono una flessione significativa tra quelli di Forza Italia e degli altri partiti di centrodestra (-15%) e tra gli astensionisti (-5%).  Tra gli elettori di centrosinistra i livelli di gradimento verso i componenti dell’esecutivo non variano e si mantengono comprensibilmente piuttosto bassi.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/