Ottantenne bagna due poliziotti mentre innaffia i fiori in balcone: multa da 50 euro


Far cadere qualche goccia d’acqua mentre si annaffiano i fiori? Può costare molto caro: ne sa qualcosa una donna di Torino di 80 anni che si è vista recapitare una multa di 50 euro per aver fatto cadere qualche goccia d’acqua mentre annaffiava delle piante sul balcone, facendo cadere qualche goccia d’acqua. Ad emettere la contravvenzione è stata una pattuglia della polizia municipale che in quel momento, la qualche giorno fa, stava transitando proprio sotto al balcone dell’anziana, che vive con il marito di 90 anni.

Come racconta Repubblica quel giorno in casa insieme ai due anziani erano presenti anche le nipoti, invitate per una merenda: sono state loro a raccontare l’episodio in una lettera allo Specchio dei Tempi della Stampa: la nonna è uscita sul balcone per innaffiare i fiori, ma l’innaffiatoio le è sfuggito di mano e un po’ d’acqua è caduta sul marciapiede. Qualche goccia d’acqua ha sfiorato due vigili urbani di passaggio: “Signora per favore scenda con un documento”, le hanno intimato gli agenti.

La sanzione è scattata immediatamente dopo in ossequio a un regolamento di polizia municipale che vieta di far cadere qualsiasi tipo di liquido dalle case sulla strada. In teoria se l’anziana avesse colpito qualche passante danneggiando magari i vestiti avrebbe anche dovuto risarcirlo. La domma è rimasta di stucco quando ha capito che la municipale l’aveva chiamata per multarla. “Volevo soltanto bagnare i gerani”, ha tentato di spiegare, ma la coppia di agenti non ha voluto ascoltare  ragioni e ha staccato il verbale da 50 euro per la nonna con il pollice verde.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/