ottimo esordio delle Azzurre nella Cyprus Cup


Ottima partenza della Nazionale femminile, che all’esordio della Cyprus Cup, torneo internazionale a inviti, ha battuto il Messico 5-0. Quando mancano poco pi di tre mesi alla fase finale del Mondiale, a cui le azzurre si sono qualificate dopo un’assenza di vent’anni, la squadra di Milena Bertolini ha mostrato un ottimo stato di forma, bel gioco e soprattutto tanto carattere.

la cronaca
Ad aprire le marcature l’attaccante del Milan Valentina Bergamaschi allo scadere del primo tempo. Azzurre scatenate nella ripresa: raddoppio della juventina Barbara Bonansea al 5’, tris al 21’ con la viola Ilaria Mauro e doppietta al 25’ e 33’ della nuova entrata Valentina Giacinti, attaccante del Milan e capocannoniere della Serie A.


Valentina Bergamaschi, 22 anni, che ha aperto le marcature contro il Messico WWW.FIGC.IT

Valentina Bergamaschi, 22 anni, che ha aperto le marcature contro il Messico WWW.FIGC.IT

venerd l’ungheria
“La squadra mi piaciuta molto soprattutto nella ripresa – ha detto dopo la partita la c.t. Milena Bertolini – una volta sbloccato il match ci siamo rilassate ed venuto fuori anche il bel gioco. Naturalmente c’ ancora tanto da lavorare, specialmente nella capacit di gestione della palla dove facciamo un po’ fatica”. Il cammino delle Azzurre nella Cyprus Cup proseguir venerd 1 marzo contro l’Ungheria (ore 17 italiane) e luned 4 ultima gara del girone contro la Thailandia (ore 12 italiane). Le partite si potranno seguire in diretta streaming sul www.figc.it.

l’atteso mondiale
Ma l’appuntamento da non perdere sar quello in Francia dal 7 giugno al 7 luglio, con le 24 finaliste a contendersi la Coppa del mondo. L’Italia inserita nel Gruppo C con Brasile, Australia e Giamaica, esordir domenica 9 giugno a Valenciennes (ore 13) contro l’Australia, poi venerd 14 a Reims affronter il Brasile (ore 21) e infine torner a Valenciennes marted 18 contro il Brasile (ore 21). Si qualificano agli ottavi di finale le prime due dei sei gironi, pi le quattro migliori terze.

 Giulio Saetta 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it