partorisce e muore insieme al bambino


Ha partorito a soli tredici anni ed è morta poche ore dopo aver dato alla luce un bambino che pesava appena 1.3 kg. Anche il neonato è deceduto qualche ora dopo essere venuto al mondo. Il dramma di questa ragazzina arriva dall’Argentina. Come si legge sui media locali, la tredicenne di etnia wichí (il nome non è stato reso noto per ragioni di privacy) è morta in un ospedale del Chaco, nell’Argentina settentrionale, nel pomeriggio del 7 novembre. Era rimasta incinta dopo anni di abusi sessuali: a quanto emerso, rimasta orfana di madre la ragazzina era andata a vivere all’età di undici anni con un diciassettenne. Due anni dopo, appunto a tredici anni, è rimasta incinta. I due vivevano in una frazione di appena 715 abitanti. È stata una zia a raccontare che dal 2016 la bambina viveva con un ragazzo che abusava costantemente di lei e che nessuno in questi anni è intervenuto per aiutarla.

Soffriva di anemia, polmonite e malnutrizione cronica – La bambina non ha ricevuto cure adeguate durante la gravidanza tanto che, quando è arrivata per la prima volta in ospedale perché aveva tosse e raffreddore, i medici hanno riscontrato gravi sintomi di anemia, polmonite e malnutrizione cronica. La tredicenne è stata visitata per la prima volta quando era già alla ventottesima settimana di gestazione.  Di fronte all’emergenza i medici hanno optato per far nascere il neonato con un parto cesareo. Ma la situazione era gravemente compromessa: poco dopo l’intervento sia la mamma che il bambino sono deceduti a causa di una infezione generalizzata. Il piccolo è morto il 6 novembre poche ore dopo il parto, la mamma il pomeriggio del giorno successivo. La vicenda è stata portata a conoscenza del Sottosegretariato all’Infanzia argentino che ha denunciato l’accaduto alla magistratura e chiesto l’apertura di una inchiesta.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/