per Vasileiou un gol da record. A segno dopo 6″!


Thomas Vasileiou, in azione contro il Siracusa. PRIMO PIANO

Thomas Vasileiou, in azione contro il Siracusa. PRIMO PIANO

Questione di tempo. Pochissimo tempo: sei secondi. Quattro tocchi e si fa la storia a Rieti, con il gol pi veloce di sempre del calcio professionistico italiano. Nell’albo ci entra di diritto un calciatore greco: Thomas Vasileiou, 24 anni, che gioca col Rieti in Serie C, girone C. Il tempo di contare fino a sei dal calcio d’inizio di Rieti-Siracusa, nono turno della terza serie italiana: palla dal centrocampo al difensore Pepe, sfera che va lunghissima fino alla trequarti avversaria, Vasileiou sfreccia in mezzo ai due difensori siciliani beffa il portiere alla sua sinistra, toccando col mancino, di prima intenzione. il sesto secondo del primo tempo. Allo Scopigno di Rieti scoppia la gioia, squadra di casa in vantaggio e nella storia. Pi rapido di Marotta del Catania in C (11”, record stagionale) ma soprattutto pi rapido di Paolo Poggi (su assist di Hubner) al quale, in Serie A nel 2001, servirono 8 secondi per entrare nella storia.

“NON CI CREDO”
Incredulo il giocatore del Rieti: “Non lo sapevo di aver realizzato questo gol storico. Sono davvero lieto e orgoglioso di essere nella storia di un paese con una tradizione calcistica cos importante” dice il calciatore greco ex Atromitos Atene. Thomas segue il calcio italiano e greco: “Ci sono molte squadre importanti in Italia quindi difficile scegliere. Ne devo dire una? Il Milan, ma anche Napoli, Juve e Inter sono ottime squadre. Il mio giocatore preferito? Non saprei scegliere: Messi il migliore, ma penso che Hazard sia molto forte”. Il Rieti, alla fine, ha perso 2-1 col Siracusa: in 12 minuti nel finale ha subito prima un gol sugli sviluppi di un angolo e poi ha incassato un rigore, chiudendo pure la gara in nove per due espulsioni. Per ritrovare i tre punti (che mancano da tre turni) c’ tempo. All’appuntamento con la storia, invece, non si poteva tardare. Al Rieti e a Vasileiou sono bastati solo sei secondi.


 Christian Diociaiuti 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it