“Poco coraggiosi. Mi aspettavo di pi dai miei giocatori”


Luciano Spalletti, allenatore dell'Inter. Afp

Luciano Spalletti, allenatore dell’Inter. Afp

un Luciano Spalletti amaro quello dopo la sconfitta col Barcellona per 2-0 al Camp Nou: “Se vieni qui per fare un contropiede e lasci il pallino del gioco a loro combini poco – spiega l’allenatore ai microfoni di Sky Sport -. Non siamo stati coraggiosi questa sera, loro sono stati bravi ad approfittarne”.

BRUTTO PRIMO TEMPO
Una sconfitta arrivata dopo una prima frazione di gioco deludente da parte dei nerazzurri: “Siamo entrati in campo un po’ frenati e titubanti, gli abbiamo dato troppo campo e non siamo riusciti a tenere bene la palla – spiega Spalletti -. Loro hanno meritato di vincere”. Secondo il tecnico nerazzurro la chiave della partita stato il possesso palla: “Quando l’abbiamo riconquistata non siamo riusciti a tenerla – continua Spalletti -. Il Bara l’ha fatta viaggiare velocemente, noi abbiamo fatto qualcosa in meno rispetto al derby. Non siamo riusciti a eludere il loro pressing. Peccato perch abbiamo dimostrato di poter fare meglio di cos”.


Il saluto tra Luciano Spalletti e Rafinha, autore del gol. Afp

Il saluto tra Luciano Spalletti e Rafinha, autore del gol. Afp

passo indietro
Spalletti non si aspettava una prova cos dai suoi giocatori: “La crescita passa anche da queste partite, certe gare fanno crescere l’autostima. Abbiamo giocato due partite a certi livelli in Champions, mi aspettavo delle conferme. Invece non siamo stati bravi. Sotto l’aspetto della personalit abbiamo concesso qualcosa”. L’aggressivit del Bara ha colto l’Inter di sorpresa: “Loro ci sono saltati addosso, vedendo le nostre difficolt in fase di palleggio – spiega il tecnico -. E quando non tieni palla perdi ordine ed energie per andare a rincorrerli e si snatura il concetto di squadra”. Ma la partenza ad handicap dei nerazzurri va spiegata anche alla luce dei problemi di formazione: “Avevamo molti giocatori indisponibili, soprattutto a centrocampo. Si fatto male Nainggolan, c’ anche il freno della Uefa – precisa l’allenatore -. Le risorse potevano essere gestite meglio. Ma loro sono stati pi forti di noi e hanno vinto meritatamente.

il psv D UNA MANO
Eppure la serata era iniziata nel migliore dei modi per l’Inter: il pareggio tra Psv e Tottenham potrebbe risultare decisivo in favore dei nerazzurri in chiave qualificazione. Spalletti per preferisce guardare in casa sua: “I risultati possono dare una mano, ma noi dobbiamo pensare a noi – conclude l’allenatore -. Giocare come stasera non va bene. Non deve pi accadere”. A partire dalla gara di ritorno coi blaugrana a San Siro in programma tra due settimane.

 Gasport  

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it