“Posso fare 15-20 gol a stagione”


Keita Balde, attaccante dell'Inter. Afp

Keita Balde, attaccante dell’Inter. Afp

Keita Balde tornato in Italia col sorriso e soprattutto con tanta voglia di riscatto. L’ex attaccante del Monaco, arrivato in nerazzurro con la formula del prestito, ha lanciato la sua sfida personale ai microfoni di Sky Sport: “Se posso diventare un attaccante da 15-20 gol a stagione? Penso proprio di s, le occasioni nelle partite le ho”.

GRANDISSIMO GRUPPO
Keita tornato ad allenarsi agli ordini di Spalletti dopo aver realizzato un gran gol con la maglia del Senegal nella sfida col Madagascar, gara funestata dagli incidenti costati la vita a 8 persone. Adesso per non vede l’ora di rituffarsi nel campionato: l’Inter aspetta il Parma a San Siro sabato e il tecnico toscano potrebbe puntare sul senegalese. “Provo a sfruttare mie qualit al massimo – continua l’attaccante – cos va bene per la squadra”. Il nuovo giocatore dell’Inter ha speso belle parole per i suoi compagni: “Abbiamo un grandissimo gruppo di bravissimi ragazzi – conclude ai microfoni di Sky Sport -. Ed davvero un piacere essere qui. La squadra molto forte, ci sono tanti nuovi e dobbiamo capirci tutti insieme, ma siamo una squadra forte”. Insomma, il Parma avvisato: “L’obiettivo vincere la partita di sabato, indipendentemente da chi segner – aggiunge l’attaccante senegalese -. La mia prima rete in A fu proprio a Parma: la ricordo, ho vinto un rimpallo, ho dribblato Mirante e ho fatto gol.


Radja Nainggolan festeggia con Keita Balde il gol dell'1-0 a Bologna. Afp

Radja Nainggolan festeggia con Keita Balde il gol dell’1-0 a Bologna. Afp

BUONI PROPOSITI
Keita guarda s al presente, ma anche al futuro: “Voglio essere parte di questa grandissima societ e che in futuro tutti all’Inter si ricordino del mio nome. Se per me un punto d’arrivo? S. Keita ha parlato della sua posizione preferita in campo: “Il mio primo ruolo quello di esterno d’attacco, perch mi piace puntare l’uomo e l posso fare una grande differenza – continua l’attaccante -. Ho fatto anche la prima o la seconda punta, ci sono pi soluzioni. Ho giocato con tanta gente esperta e veramente forte, cos si impara tanto. Sono ancora giovane e ho margine di crescita. E posso fare la differenza sia dall’inizio che entrando.

CAPITAN ICARDI
Keita ha parlato anche del suo capitano Mauro Icardi: “Lo conosco dai tempi del settore giovanile del Barcellona. Lui una punta che magari non vedi spesso, ma in area difficile che sbagli un gol”. Insomma, un grande modello dal quale il senegalese, appena sbarcato nel mondo interista, ha molte cose da imparare.

grinta asamoah
A Inter Tv ha invece rilasciato alcune dichiarazioni un altro nuovo acquisto estivo del club nerazzurro, Kwadwo Asamoah: “Dobbiamo fare un buon risultato con il Parma per avere una marcia in pi in Europa. Se daremo il massimo sabato, il resto verr da s. Stiamo lavorando bene anche se mancano ancora alcuni nazionali, ma sar importante fare un buon risultato e andare in Champions tranquilli. I tifosi sono sempre importanti, vincere fa sempre piacere a tutti e noi faremo il massimo per riuscirci. Qui all’Inter mi ha colpito il fatto di sentirmi subito a casa, non mi manca nulla, i tifosi mi hanno dato subito grande calore, i compagni mi hanno accolto bene, mi sento bene”.

 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it