“Prima la Juve, poi aspetto Godin…”


“Godin? Averlo qui sarebbe una gran cosa, per me e per tutta l’Inter. Non sta a me parlare di queste cose. Diciamo che lo aspetto. L’acqua calda per il mate qui non manca”. Matias Vecino ha concesso un’intervista a “100% Deporte”, programma radiofonico in Uruguay: impossibile non parlare del capitano della squadra charrua, oggi all’Atletico, ma atteso in nerazzurro. Matias ovviamente non può sbilanciarsi, ma non c’è bisogno di particolari conferme. In estate c’è la Coppa America, poi entrambi dovrebbero ritrovarsi nel ritiro nerazzurro. Il futuro di Vecino non è fra quelli più in discussione: il centrocampista ha confermato in questa stagione di poter far parte del futuro interista. Non è incedibile, nel senso che Marotta ed Ausilio potrebbero considerare un’offerta superiore ai 20 milioni di euro, ma non è nemmeno nella lista dei “partenti”.

Il gol di Matias Vecino nel derby. LaPresse

Il gol di Matias Vecino nel derby. LaPresse

uomo da big match
Vecino, da parte sua, ribadisce: “Ho ancora tre anni di contratto, sono in un grande club, l’obiettivo è lottare per il titolo il prossimo anno o quello dopo, avvicinarci e raggiungere la Juve”. La sfida ai bianconeri incombe, le distanze ad oggi sembrano ancora notevoli: “Loro hanno questa grande mentalità che gli permette di vincere sempre, soprattutto con le squadre considerate ‘inferiori’. Noi abbiamo perso un po’ di punti con le piccole che ci avrebbero permesso di stare un po’ più vicini. Ma veniamo da due cambi di proprietà, un club vincente non si costruisce in una stagione, ma è un progetto che avanza passo dopo passo”. Il primo passo della prossima stagione potrebbe arrivare già sabato, quando ritrovare una vittoria contro i bianconeri sarebbe un’iniezione di fiducia importante, oltre che un passo deciso verso il consolidamento del terzo posto: “La Champions è il nostro grande obiettivo, restando stabilmente nella competizione si cresce”. Matias, poi, nella coppa si è tolto le sue soddisfazioni (vedi Tottenham). Più in generale, in questa stagione si è rivelato spesso l’uomo decisivo dei big-match, derby in testa: “Il mio bilancio quest’anno è positivo. Ho giocato quasi sempre, ho fatto 5 gol fra tutte le competizioni che è un bottino buono”. Certo, aggiungere anche lo scalpo dei bianconeri aiuterebbe ulteriormente a consolidare il proprio status. Aspettando Godin.


 Valerio Clari 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it