Pro Piacenza in 7, finisce 20-0


Al Paschiero di Cuneo va in scena una delle pagine pi tristi e surreali del calcio professionistico italiano. Il Pro Piacenza si presentato in campo con soli 7 uomini – tutti giovani – e senza staff tecnico (come allenatore stato indicato uno dei giocatori, il capitano Cirigliano) e dopo 45’ di attesa il match iniziato (al 15’ della ripresa poi entrato l’ottavo giocatore). Il Cuneo, che pure ha tutte le sue grane societarie tra penalizzazioni ricevute e in arrivo, ha fatto il suo dovere, scendendo in campo e dopo 25’ era gi avanti 10 a 0, ma parlare di calcio diventa davvero difficile in questo teatrino dell’assurdo in scena in una partita di Serie C (il risultato finale sar poi di 20-0).

La distinta della partita, col Pro Piacenza in sette uomini

La distinta della partita, col Pro Piacenza in sette uomini

IL DOCUMENTO SMARRITO
L’ottavo giocatore, Isufi, entrato in ritardo perch aveva addirittura dimenticato il documento di identit. Il club emiliano ha dapprima tentato la via dell’autocertificazione, poi ha risolto il problema grazie al padre del giocatore, che ha recuperato il documento. Il Pro Piacenza, che aveva gi saltato tre partite nel girone A della Serie C e aveva subito varie penalizzazioni per stipendi e contributi non pagati ai tesserati, era a rischio esclusione se avesse mancato anche il quarto appuntamento. Ecco perch da gioved — giorno in cui la Figc ha dato l’ok alla ripresa delle partite del club — iniziata una rocambolesca corsa contro il tempo per arrivare a un numero minimo di tesseramenti che consentisse al Pro di scendere in campo. Si arrivati cos al vergognoso epilogo di Cuneo.


I VIDEO DI GAZZETTA TV

 Enrico Giaccone 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it