probabile asfissia durante opere di disinfestazione


Incidente mortale sul lavoro nel Trevigiano. Un uomo di cinquantatré anni è morto questa mattina in un incidente in un’azienda di Mogliano Veneto (Treviso). Secondo quanto ricostruito, l’operaio stava effettuando un intervento di derattizzazione in una vasca di stivaggio quando, per cause in corso di accertamento, ha perso i sensi. Secondo una prima ipotesi il cinquantatreenne, di Maserada sul Piave (Treviso), sarebbe morto per asfissia dai gas dei prodotti utilizzati per la derattizzazione. L’uomo era dipendente della Triveneta Disinfestazioni di Treviso ed era impegnato in un intervento nell’azienda Eurocinque di via Zero Branco a Mogliano Veneto, del Gruppo Trevimais che si occupa di stoccaggio dei cereali.

Inutili gli sforzi dei soccorritori: l’operaio non si è mai ripreso – Sul posto, dopo la segnalazione del personale dell’azienda, sono intervenuti i carabinieri e l’elisoccorso con i sanitari del Suem 118 e lo Spisal. I medici del Suem hanno tentato di rianimare per oltre un’ora l’operaio, ma purtroppo non c’è stato nulla da fare. Il cinquantatreenne non si è mai ripreso. La salma, su disposizione del magistrato di turno Massimo Zampiccini, è stata trasferita all’obitorio dell’ospedale di Treviso. “L’incidente in cui ha perso la vita un operaio a Mogliano Veneto riapre la piaga delle morti sul lavoro. Mentre piangiamo questa vita spezzata e ci uniamo al dolore dei familiari e dei colleghi, richiamiamo l’attenzione di tutti i soggetti coinvolti nella piena applicazione del Piano sulla Sicurezza siglato il 17 luglio scorso in Regione”, ha detto dopo l’incidente mortale Gerardo Colamarco, segretario generale della Uil Veneto.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/