Probabili formazioni Serie A, gli aggiornamenti:


Rick Karsdorp, 23 anni. LAPRESSE

Rick Karsdorp, 23 anni. LAPRESSE

Milan-Roma, Bologna-Inter e Parma-Juve. Non è un inizio per cuori deboli, quello della terza giornata di Serie A. Perché se a San Siro si attendono già risposte importanti da parte di entrambe le squadre, nel personalissimo derby di Pippo Inzaghi è difatti vietato sbagliare. Solo la Juve, al momento a punteggio pieno come Spal e Napoli, può provare a pensare esclusivamente positivo. E magari anche a pregustare il primo sigillo di Ronaldo. Si parte venerdì sera, e si parte dalla sfida del Meazza tra Gattuso e Di Francesco; 24 ore dopo, ecco i nerazzurri al Dall’Ara (ore 18) e i bianconeri al Tardini (20.30). Domenica, Fiorentina-Udinese (ore 18) promette spettacolo; dalle 20.30 potremo scoprire se Napoli (impegnato in casa della Sampdoria) e Spal (a Torino) potranno mantenere il loro status d’imbattute. Ecco le probabili formazioni delle prossime partite della Serie A: undici iniziali, indisponibili, diffidati, ballottaggi.
La classifica della Serie AIl calendario completo


Milan-Roma
Venerdì 31 agosto, stadio Meazza, ore 20.30
Milan – Gattuso stavolta non si tratterrà: Caldara è pronto, e allora sostituirà Musacchio. L’ex Atalanta farà parte della nuova linea a quattro che il tecnico rossonero sta disegnando, con Abate che dovrebbe partire titolare al posto di Calabria. In mezzo, Biglia sarà ancora il regista: al suo fianco agiranno Bonaventura e Kessie. In attacco Calhanoglu rientra dopo la squalifica, mentre Higuain e Suso restano intoccabili. Probabile formazione (4-3-3): Donnarumma; Abate, Caldara, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Biglia, Bonaventura; Suso, Higuain, Calhanoglu.
Roma – Prove, prove e ancora prove: il pareggio con l’Atalanta e le polemiche post Strootman dovranno essere archiviate. Per la sfida di Milano si va verso un 4-2-3-1 (nonostante Di Francesco abbia provato anche la difesa a 3, con Marcano) in cui spiccano De Rossi e N’Zonzi in mediana. Karsdorp favorito su Santon al posto di Florenzi; El Shaarawy torna titolare a supporto di Dzeko. Pastore ci sarà, da capire se Kluivert riuscirà a scavalcare Under nelle gerarchie. Probabile formazione (4-2-3-1): Olsen; Karsdorp, Manolas, Fazio, Kolarov; De Rossi, Nzonzi; Under, Pastore, El Shaarawy; Dzeko.

Bologna-Inter
Sabato 1 settembre, stadio Dall’Ara, ore 18
Bologna – Da Costa resta fuori per due settimane, ma Inzaghi non è preoccupato: il suo titolare resta Skorupski, che ha già ampiamente dimostrato di essere all’altezza. Nagy è squalificato, in mezzo comanderà Pulgar. In attacco il nodo più intricato da sciogliere: il tecnico ex Milan vorrebbe rilanciare Destro, Palacio è fuori per infortunio e Santander e Falcinelli non convincono. Probabile formazione (3-5-2): Skorupski; Gonzalez, Danilo, Helander; Mattiello, Poli, Pulgar, Dzemaili, Dijks; Falcinelli, Destro.
Inter – Resta in ritardo il pieno recupero di Kwadwo Asamoah: il ghanese continua a fare allenamenti personalizzati e di sola corsa. L’ex Juve dovrebbe comunque essere convocato, ma non è certo un suo utilizzo: ecco perché si scalda Dalbert, che potrebbe prendere il suo posto sulla sinistra. Ci sarà certamente Nainggolan, pronto al debutto in campionato: ieri Spalletti l’ha provato trequartista, e con Perisic il Ninja dovrebbe partire alle spalle di Icardi. Sacrificato Politano. Probabile formazione (3-4-2-1): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar; Vrsaljko, Vecino, Brozovic, Dalbert; Nainggolan, Perisic; Icardi.

Parma-Juventus
Sabato 1 settembre, stadio Tardini, ore 20.30
Parma – Di Gaudio e Da Cruz dovrebbero essere gli esterni alti scelti da D’Aversa. Del resto, chi attendeva la prima da titolare di Gervinho dovrà arrendersi alla fatalità: l’ivoriano anche ieri ha svolto un lavoro personalizzato di pura precauzione, dopo essersi fermato in settimana a causa di un affaticamento muscolare. Gobbi è avanti su Dimarco; Grassi c’è e si allena regolarmente. Bastoni è ancora bloccato da un problema fisico. Bruno Alves e Gagliolo saranno i centrali titolari, fuori dai convocati Ciciretti e Biabiany (prosegue il lavoro terapeutico). Probabile formazione (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Gobbi; Grassi, Stulac, Barillà; Di Gaudio, Inglese, Da Cruz.
Juventus – Come sempre, l’undici bianconero è un piccolo rebus da sciogliere. La certezza è rappresentata dalla difesa a quattro: Cancelo resta intoccabile, sebbene De Sciglio sia tornato ad allenarsi in gruppo; Bonucci, Chiellini e Alex Sandro dovrebbero ugualmente partire dal primo minuto. In mediana, possibile novità Emre Can al posto di Khedira (che resta in vantaggio), con Pjanic e Matuidi a completare il reparto. Cristiano Ronaldo sta bene e giocherà: al suo fianco, Douglas Costa e Dybala. Fuori Bernardeschi, Cuadrado e Mandzukic. Probabile formazione (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Matuidi; Douglas Costa, Cristiano Ronaldo, Dybala.

Fiorentina-Udinese
Domenica 2 settembre, stadio Franchi, ore 18
Fiorentina – Eysseric resta in vantaggio su Pjaca per completare l’attacco; Benassi e Gerson assolutamente confermati dopo l’ottima prestazione con il Chievo. Probabile formazione (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi, E. Fernandes, Gerson; Chiesa, Simeone, Eysseric.
Udinese – In attesa di conoscere il risultato del ricorso alla squalifica di Mandragora, sanzionato dal giudice sportivo per una bestemmia, Velazquez vara un 4-2-3-1 di qualità e fantasia. Fofana e Barak a centrocampo, De Paul e Machis confermati in attacco. Behrami agirà alle spalle di Lasagna. Probabile formazione (4-2-3-1): Scuffet; Larsen, Troost-Ekong, Nuytinck, Samir; Fofana, Barak; Machis, Behrami, De Paul; Lasagna.

Atalanta-Cagliari
Domenica 2 settembre, stadio Azzurri d’Italia, ore 20.30
Atalanta – L’Europa League cambierà tante carte sul tavolo dei titolari. In campionato potrebbe dunque essere confermata lo stesso undici che ha quasi piegato la Roma. Rigoni è la stella, ma il Papu Gomez vuole tornare a brillare anche in Serie A. Pessina, Adnan e Castagne quasi certi di un posto. Probabile formazione (3-4-1-2): Berisha; Mancini, Djimsiti, Masiello; Castagne, De Roon, Freuler, Adnan; Pessina; Zapata, Rigoni.
Cagliari – La beffa subita con il Sassuolo pesa ancora, ma sprazzi di ottimo calcio si sono comunque intravisti all’ombra della Sardegna Arena. Klavan-Romagna, nonostante qualche titubanza di troppo, restano certezze e saranno titolari. Castro difficilmente sarà disponibile, in mezzo Cigarini si candida per una maglia dal 1’. Padoin resta in ballottaggio con Lykogiannis: Dessena potrebbe così finire in panchina. Probabile formazione (4-3-1-2): Cragno; Srna, Klavan, Romagna, Padoin; Dessena, Cigarini, Barella; Ionita; Farias, Pavoletti.

Chievo-Empoli
Domenica 2 settembre, stadio Bentegodi, ore 20.30
Chievo – Pronto al rientro Sorrentino: l’infortunio contro la Juve pare superato. Cacciatore resta in forse (chance per Jaroszyński?), mentre Hetemaj non ci sarà: al suo posto ecco Obi. Probabile formazione (4-3-3): Sorrentino; Tomovic, Bani, Rossettini, Jaroszyński; Rigoni, Radovanovic, Obi; Birsa, Stepinski, Giaccherini.
Empoli – Zajc resta la stella, Caputo e La Gumina le certezze in attacco. Rasmussen continua a convincere, così come Antonelli: Pasqual va in panchina. Probabile formazione (4-3-1-2): Terracciano; Di Lorenzo, Silvestre, Rasmussen, Antonelli; Krunic, Capezzi, Acquah; Zajc; Caputo, La Gumina.

Sampdoria-Napoli
Domenica 2 settembre, stadio Ferraris, ore 20.30
Sampdoria – Juniores Tavares ha smaltito il problema a una spalla che l’aveva costretto alla resa prima della sfida contro l’Udinese; gli unici a lavorare a parte restano dunque Regini e Dennis Praet: il primo ha tempi di recupero ancora lunghi, il secondo sta superando il problema al legamento collaterale del ginocchio sinistro e tornerà subito dopo la sosta. Intanto, Saponara potrebbe essere la mossa a sorpresa di Marco Giampaolo contro il Napoli, sebbene Ramirez resti in vantaggio; Caprari è ampiamente preferito a Defrel, al momento. Probabile formazione (4-3-1-2): Audero; Sala, Andersen, Colley, Murru; Linetty, Barreto, Jankto; Ramirez; Quagliarella, Caprari.
Napoli – Ancelotti ha capito perfettamente il ruolo degli incursori: ecco perché Allan e Zielinski sono diventati intoccabili. Nel frattempo, Mario Rui è recuperato e sarà titolare, con Luperto costretto a rimandare l’appuntamento con la prima in A da titolare. Milik resta avanti a Mertens nelle gerarchie; Fabian Ruiz potrebbe non riuscire a smaltire l’affaticamento muscolare. Ospina confermato. Probabile formazione (4-3-3): Ospina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Hamsik, Zielinski; Callejon, Milik, Insigne.

Lazio-Frosinone
Domenica 2 settembre, stadio Olimpico, ore 20.30
Lazio – Come si risolve il traffico sulle fasce? Cambiando qualcosa. Patric e Durmisi, in particolare, sono pronti a ricevere spazio. E a toglierlo a Marusic da una parte e Lulic dall’altra: qui sarà l’intuito di Inzaghi a scegliere. Ancora fuori Berisha e Luiz Felipe, mentre si è rivisto Lukaku: rientrerà tra un mese. Probabile formazione (3-5-1-1): Strakosha; Wallace, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Luis Alberto; Immobile.
Frosinone –Il foltissimo gruppo di tifosi che seguirà la squadra all’Olimpico non dovrebbe vedere grosse novità di formazione all’orizzonte. Halfredsson non ce la fa causa contrattura alla coscia sinistra; Goldaniga confermato in difesa, così come il tandem Ciano-Perica davanti. Probabile formazione (3-5-2): Sportiello; Goldaniga, Salamon, Krajnc; Zampano, Chibsah, Maiello, Hallfredsson, Molinaro; Ciano, Perica.

Torino-Spal
Domenica 2 settembre, stadio Olimpico-Grande Torino, ore 20.30
Torino – Zaza sta crescendo, ma fino a dopo la sosta pare difficile che Mazzargli possa snaturare il suo 3-5-2 per fargli posto. Si allontana poi il rientro per Daniele Baselli: per il centrocampista, ancora lavoro differenziato. Soriano sarà confermato, così come Ola Aina sulla sinistra. Nkolou e Izzo potrebbero inoltre avere un nuovo partner in difesa: si tratta di Bremer. Per Moretti, quindi, un turno di riposo. Probabile formazione (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Bremer; De Silvestri, Soriano, Rincon, Meité, Ola Aina; Iago Falque, Belotti.
Spal – L’ex Bonifazi non dovrebbe essere della partita, esattamente come Floccari. Ma in casa Spal l’entusiasmo travolge anche le cattive notizie. E Petagna sarà confermato in attacco con Antenucci. Probabile formazione (3-5-2): Gomis; Cionek, Vicari, Felipe; Lazzari, Missiroli, Schiattarella, Kurtic, Fares; Petagna, Antenucci.

Sassuolo-Genoa
Domenica 2 settembre, Mapei Stadium, ore 20.30
Sassuolo – Al momento Sensi batte tutti, ma soprattutto Locatelli e Bourabia a cui contende una maglia da titolare. Dopo il lavoro differenziato di ieri – e le conseguenti preoccupazioni –, sciolte le ultime riserve su Berardi: sarà titolare. Rogerio resta in vantaggio su Peluso, come Magnani su Lemos. In avanti ci sarà Di Francesco con Boateng. Probabile formazione (4-3-3): Consigli; Lirola, Magnani, Ferrari, Rogerio; Sensi, Magnanelli, Duncan; Berardi, Boateng, Di Francesco.
Genoa – Medeiros ha ripreso ad allenarsi con i compagni dopo i problemi muscolari accusati nei giorni scorsi; Favilli, invece, soffre di un indolenzimento al retto femorale e continua ad allenarsi a parte. Le sue condizioni verranno valutate giorno dopo giorno, ma resta in dubbio per domenica. Né Sandro, né Romero a disposizione per il match di Reggio Emilia. Piatek e Kouamé assolutamente confermati. Probabile formazione (3-4-1-2): Marchetti; Biraschi, Spolli, Zukanovic; Lazovic, Romulo, Hiljemark, Criscito; Pandev; Piatek, Kouamé.

 Gasport 

© riproduzione riservata

  

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it