“Questa Samp non la batti solo con la grinta. Caldara? Out due mesi”


Rino Gattuso, tecnico del Milan. Ansa

Rino Gattuso, tecnico del Milan. Ansa

La settimana terribile di Inter e Betis alle spalle. Rino Gattuso rialza la testa, dopo un successo sofferto, ma meritato e fortemente voluto. Il Milan batte la Samp 3-2 in una partita che quasi un libro: c’ l’entusiasmo, l’incubo, la paura e alla fine la rinascita, con tanto di lieto fine, nonostante Ringhio si sia scagliato con veemenza contro il quarto uomo al fischio finale. La colpa? I 30″ di extra recupero concessi dall’arbitro Maresca. “La mia rabbia a fine partita? Chiedo scusa al quarto uomo, non un bel vedere. Non sapevo che avesse dato 30” in pi. Io vivo di risultato ed normale che quando perdi due partite come le ultime che abbiamo perso, ci sia tensione. Ringrazio squadra e societ per l’appoggio. Ho chiesto di vedere 11 leoni, ma oltre alla cattiveria ci abbiamo messo anche qualit”. stato un Milan grintoso? “No, con questa Sampdoria non ci vinci solo con la grinta e non mi va di fare passare questo messaggio”. Rino ringhia alla sua maniera. felice, ma non dimentica il solito mantra: “Dobbiamo lavorare, continuare a migliorare e stare bene insieme. La societ non ci fa mancare nulla. Se ero deluso dalla squadra prima di oggi? Non posso dire nulla ai ragazzi, danno sempre tutto quello che hanno. Oggi siamo stati bravi, a tratti anche il gioco mi piaciuto”.

moduli e coppie
Cutrone con Higuain? “Non abbiamo vinto perch abbiamo giocato con i due attaccanti, ma tenere fuori Patrick sempre complicato. Lui ti mette in difficolt. Oggi sono andati bene, ma possono fare meglio”. Cambio di modulo? “Vero che abbiamo giocato con il 4-4-2, ma Suso e Laxalt si sono sacrificati molto, non che hanno fatto le ali e basta. Voglio ringraziare Kessie che ha dato la sua disponibilit a giocare, bench non fosse al 100%: in mezzo eravamo gi senza Bonaventura…”. Inizio di una nuova era? “Non lo so, devo pensare solo a dare il meglio: la societ si aspetta tanto da noi e io devo dare la mentalit giusta alla squadra”. Gattuso chiude con una brutta notizia: “Caldara star fuori due mesi per il problema al polpaccio”. Niente, in casa Milan non si pu mai stare tranquilli.


 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it