Ranieri saluta la sua Roma: ‘Spero mi attenda un progetto importante’ – La Gazzetta dello Sport


Il tecnico di San Saba, subentrato a Di Francesco, lascia e si commuove: “Ma non erano lacrime, era solo pioggia…”

Ultima partita in giallorosso. Emozioni forte e qualche lacrima. Non solo nel salutare Daniele De Rossi. Claudio Ranieri si è commosso anche durante la partita, per l’omaggio che gli ha riservato lo stadio Olimpico: uno striscione e dei cori sentiti. Lui ci scherza su : “Ma non erano lacrime… era la pioggia!”. Poi torna serio: “Sono cose belle, ringrazio molto i tifosi, sono stato davvero contento. Faccio questo lavoro perché l’emozione ancora mi prende. Non me l’aspettavo, per questo mi sono commosso. Pazienza se ho mostrato un lato debole, anche se sono timido e non amo far vedere le mie emozioni”.

EMOZIONI

—  

E sul capitano, con cui ha scambiato più di un abbraccio: “Io e De Rossi eravamo i due che chiudevano, abbiamo vissuto emozioni bellissime. Cosa gli ho detto? Gli ho fatto i complementi e gli ho detto sono contento di finire con lui. È stato molto bello, ma ora andiamo avanti”. Dove? “Non lo so ancora”. E ride. Poi aggiunge: “Anni fa sono andato a Leicester, mi sento un allenatore internazionale, spero ci sia per me un progetto importante, ma poi seguirò il mio karma: quando ci sarà un problema da risolvere il karma chiamerà”.

LA ROMA NEL DESTINO

—  

Quindi torna sulla sua Roma: “Chi spero arrivi dopo di me in panchina? Io spero solo facciano bene, auguro a chiunque verrà chiamato di fare il meglio”. E ancora: “Sono fortunato, ho avuto la fortuna di giocare nella Roma, di allenarla e di farlo di nuovo. Sono contento di essere tornato a casa, ma mi dispiace non essere riuscito a portarla in Champions. Sono però soddisfatto per aver fatto il massimo. Complimenti agli avversari. Ringrazio i miei ragazzi e il pubblico che mi ha accolto in questo modo. La Roma sta cercando di trovare la sua strada e lo stadio è lo scoglio più importante, altrimenti resteremo sempre dietro agli altri campionati. Spero che questa società possa al più presto costruire la nuova casa”.


Link ufficiale: gazzetta.it