Razzismo, Sala: “Dai club nessuna condanna”. Lega di A: “Punire i responsabili”


Beppe Sala, sindaco di Milano. Lapresse

Beppe Sala, sindaco di Milano. Lapresse

Il sindaco di Milano, Beppe Sala, tornato sugli episodi di Milan-Lazio. Dopo aver condannato tramite i social network lo striscione esposto dai tifosi laziali inneggiante Benito Mussolini, Sala ha commentato anche gli episodi di razzismo nei confronti di Bakayoko: “Non ho sentito parole di condanna da parte delle societ. Per cui questo veramente scioccante, non possono lavarsene le mani cos perch sono parte di questo sistema. Mi aspetterei dal mondo del calcio una presa di posizione chiara. Capisco che mettersi contro i tifosi ha sempre dei rischi per quando si superano i limiti, si superano i limiti. Ieri si sono superati”.

IL COMUNICATO DELLA LEGA
Anche la Lega Serie A, tramite una nota ufficiale, si schierata in merito agli episodi di ieri: “La Lega Serie A condanna con fermezza gli episodi di razzismo accaduti in questi ultimi giorni. Lo sport deve esaltare il rispetto, l’inclusione e lo stare insieme in armonia, valori che sono alla base delle iniziative sociali promosse da sempre dalla Lega Serie A. Non accettabile dover sentire nei nostri stadi aggressioni verbali di intolleranza e come fatto in passato, ad esempio con le modifiche apportate al codice di Giustizia Sportiva grazie al lavoro di Lega Serie A e Figc, faremo quanto in nostro potere per contrastare simili accadimenti. Auspichiamo altres la massima collaborazione da parte delle Forze dell’Ordine per individuare e punire i responsabili che con le loro azioni offuscano l’immagine del nostro mondo”.


 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it