rigore di De Roon e gol di Pasalic. Palo di De Paul


C’ la Dea al quarto posto. L’Atalanta batte l’Udinese alla fine di una partita molto tattica e altrettanto difficile e stacca tutti nella corsa alla Champions League. De Roon su rigore e Pasalic hanno firmato negli ultimi dieci minuti una vittoria pesantissima che consolida il sogno europeo di Gasperini, che adesso ha un punto di vantaggio sulla Roma, tre su Milan e Torino, quattro sulla Lazio. L’Udinese mantiene le quattro lunghezze sull’Empoli e pu recriminare per il palo colpito da De Paul sullo 0-0 e sull’ingenuit di Sandro, autore del fallo da rigore che ha sbloccato la gara. Tudor pu essere soddisfatto per l’applicazione della sua squadra, ma la classifica resta preoccupante.

I VIDEO DI GAZZETTA TV

primo tempo
Fin dai primi minuti lo sviluppo della partita in linea con le previsioni. L’Atalanta attacca, l’Udinese si chiude e ogni tanto riparte. Tudor, per, ha preparato bene l’incontro e lascia pochi spazi ai nerazzurri i cui primi pericoli, non a caso, arrivano da palla inattiva: Musso bravissimo sul colpo di testa di Gosens e blocca senza patemi una conclusione centrale sempre di testa di Zapata. L’assenza di Ilicic (dolorante al ginocchio sinistro e confinato in tribuna) si fa sentire perch l’Atalanta a destra non sfonda mai a causa della negativa giornata di Pasalic e Hateboer. A sinistra, invece, Gomez ispirato e mobile: il Papu innesca spesso i compagni che per non riescono a segnare un po’ per imprecisione e un po’ per le qualit di Musso, strepitoso su un tiro al volo di De Roon al 27′. Anche l’Udinese costruisce una grande palla-gol in contropiede, ma il pallonetto di Lasagna finisce fuori di pochissimo dopo aver superato Gollini. Pochi secondi prima dell’intervallo Gomez e Zapata costruiscono bene, ma Pasalic conclude male di sinistro.


Il rigore di De Roon che sblocca il match. Ansa

Il rigore di De Roon che sblocca il match. Ansa

ripresa
In avvio di ripresa Gasperini sostituisce un difensore (Mancini) con un attaccante (Piccoli) spostando De Roon in difesa, arretrando Pasalic (inizialmente trequartista con Gomez) in mezzo e passando al 3-4-1-2. Il ritmo, per, un po’ basso e l’Udinese si difende con ordine. Pian piano, comunque, la difesa bianconera comincia a lasciare qualche spazio dove l’Atalanta si infila con bravura. L’Udinese ha un sussulto al 27′ quando De Paul prende il palo da fuori, ma i nerazzurri sono ormai padroni del campo. Stryger Larsen chiude benissimo su Zapata, ma al 36′ ecco la svolta: Sandro stende Masiello in area e De Roon trasforma il rigore. Passano quattro minuti e Pasalic chiude la gara con un sinistro deviato in rete da Nuytinck. L’Udinese non reagisce, l’Atalanta sfiora la terza rete e si gode il quarto posto.

Dal nostro inviato G.B. Olivero 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it