Rimini, condannato per maltrattamenti esce dal carcere e picchia di nuovo la fidanzata


Per mesi ha picchiato la fidanzata costringendola anche ad assumere sostanze stupefacenti e per questo è stato arrestato e condannato. È finito in carcere ma appena è uscito è tornato dalla donna che aveva maltrattato e l’ha aggredita ancora una volta mandandola nuovamente in ospedale. Arriva da Rimini la storia di un trentenne di origine tunisina di nuovo arrestato nei giorni scorsi dai carabinieri del Nor. I militari hanno eseguito l’ordinanza del gip Benedetta Vitolo, che ha accolto la richiesta del pm Davide Ercolani. Da quanto ricostruito, il trentenne era stato condannato in via definitiva poco meno di tre anni fa a quattro anni di carcere per maltrattamenti e percosse nei confronti della ragazza.

Scarcerato ad agosto, ha ripreso a maltrattare la fidanzata – È stato scarcerato prima della fine della pena, alla fine di agosto, per i benefici previsti dalla legge e appena fuori è tornato dalla fidanzata. Evidentemente il periodo in carcere non è servito a convincerlo a non metterle più le mani addosso: il trentenne, infatti, ha nuovamente picchiato la compagna. A quanto si apprende, l’uomo da quando è uscito dal carcere avrebbe aggredito in diversi episodi la donna: il più grave risale all’inizio di novembre quando lei è stata nuovamente ricoverata in ospedale e per lui è scattato il secondo arresto.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/