“Ripartiamo dallo spirito dimostrato in Coppa Italia”


Vincenzo Montella, 44 anni. ANSA

Vincenzo Montella, 44 anni. ANSA

La sconfitta di Bergamo ha sepolto le ultime ambizioni viola. Il finale di stagione servir a Montella per completare l’analisi della rosa ed iniziare a programmare il futuro con anticipo. Chiaro in campo la squadra deve provare a non mollare definitivamente. “Dobbiamo fare punti – dice il tecnico – non vinciamo in casa da tanto tempo (dicembre 2018). Voglio ripartire dallo spirito dimostrato da questa squadra in Coppa per battere luned il Sassuolo. Poi ci sar tempo per me e per i calciatori per fare analisi e valutazioni. Prima per servono i risultati. Fino ad oggi abbiamo pensato all’Atalanta, ora si parte con il resto e con la programmazione. Chiaramente siamo delusi per la gara di Bergamo, ma indossiamo la maglia viola e rappresentiamo una citt stupenda e non banale. Ce lo dobbiamo ricordare in ogni momento”.

futuro
“Io credo che un allenatore debba limitarsi ad allenare: poi quando si incontra con la societ pu esprimere le proprie idee, la mia proposta di calcio chiara e mi piace avere calciatori che sappiano gestire la gara. Il mio compito fare un’analisi della squadra attuale e di quella futura. Poi dipende dal mercato, dal direttore, da tante componenti il tipo di squadra che avremo. Sicuramente serviranno giocatori funzionali alla mia idea di gioc”.


I VIDEO DI GAZZETTA TV

chiesa
“E’ fortissimo oggi, pu diventarlo ancora di pi, un giocatore ancora in costruzione. Fino a prova contraria della Fiorentina e non sempre i giocatori sulla bocca di tutti sul mercato vengono poi venduti. Come fu per Toni, Jovetic ed altri. Niente sicuro nel futuro, sicuramente non dipender da me. Non date per per scontato che Federico vada via. Gli altri big? Io non ho la sensazione del fuggi fuggi, poi andranno vautate le motivazioni ed in generale non ci sono giocatori insostituibili, dipende sempre da chi poi arriva al loro posto. Lafont? E’ un grande patrimonio del futuro viola, gli errori ci stanno”.

sassuolo
Poi sugli avversari di lunedi sera. “Hanno una proposta di calcio interessante, anche noi dovremo ritrovare la nostra identit di calcio, a Firenze ed alla nostra propriet piace il bello”.

propriet
La famiglia Della Valle ha fatto visit alla squadra prima della gara di Bergamo. “Io vedo una propriet che ha voglia di costruire o ricostruire. Per rilanciarsi, visto che gli ultimi anni non sono stati all’altezza di quelli precedenti. Nel calcio ci sono sempre delle deluse, non tutti raggiungono i propri obiettivi. Ma c’ voglia di fare calcio”.

 Giovanni Sardelli 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it