“Riportiamo scudetto al Sud. ADL? Parliamo di tressette”


Carlo Ancelotti e Aurelio De Laurentiis. SSC Napoli

Carlo Ancelotti e Aurelio De Laurentiis. SSC Napoli

“ ora di riportare lo scudetto al Sud”. L’esordio di quelli che fanno sognare i tifosi, e Carlo Ancelotti – che ormai Napoli la vive in modo totale – si concede sorrisi, battute e sogni. “Sono contento quando la squadra gioca bene. Per sarebbe ora di vincere qui, ne sarei molto felice”, rivela al forum organizzato per lui da Il Mattino. E con i progressi dei suoi ragazzi, le speranze tornano a fiorire.

MENTALIT
Cos’ cambiato da Sarri? La testa: “Questi ragazzi erano intimoriti dagli avversari, ora riusciamo a gestire le situazioni. Cresceremo quando acquisteremo pi autostima”, ha sottolineato l’ex Real, Bayern e Psg. Ora concentrato solo sulla prossima sfida con la Roma: “Una partita appassionante, due squadre in campo che vogliono imporre il proprio gioco. Buon ritmo e buona qualit: questo per il nostro momento, vogliamo mantenerlo tale”.


ADL
Con De Laurentiis la sfida totale: dagli obiettivi al tressette. “Lui una persona schietta, leale – ha aggiunto Ancelotti -. un personaggio vulcanico e generoso. A tressette per sono pi bravo io”. Non c’ voluto tanto per convincerlo a sposare il progetto partenopeo: “ che non mi aspettavo la chiamata del Napoli, pensavo che con Sarri continuasse. Sono stato contattato e sono rimasto sorpreso, ma avevo capito subito che sarebbe stata l’avventura giusta. Un’ottima qualit dei giocatori e grande entusiasmo. Ma con il presidente non parlo di calcio”. Vera sorpresa, questa. Non quella sul tressette: “L gli faccio credere di essere il migliore, ma in tutt’Italia non mi batte nessuno…”.

 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it