ritrovare Calhanoglu e innescare Higuain


Hakan Calhanoglu, 24 anni, e Gonzalo Higuain, 30, frecce del Milan verso il derby.  Lapresse

Hakan Calhanoglu, 24 anni, e Gonzalo Higuain, 30, frecce del Milan verso il derby. Lapresse

Raccontava l’altro giorno Maldini che ormai “Gattuso molto pi tranquillo di quello che fa vedere all’esterno: solo durante la partita ricorda un po’ il Rino giocatore”. Il fatto che Paolo voglia contribuire personalmente a cancellare il luogo comune su Rino-tutta-grinta (praticamente una parola sola) encomiabile, ma in giorni come questi ci permettiamo di dubitare: complicato immaginarlo a Milanello “tranquillo” col derby alle porte. Piuttosto, oggi inizia la settimana in cui occuparsi delle pratiche pi delicate: ne abbiamo individuate cinque.

la riattivazioneAll’appello l davanti manca solo Calhanoglu. Chi pi chi meno, hanno tutti lasciato il segno: nella scia del gran maestro Gonzalo, Cutrone ha confermato di essere un vice di alta affidabilit, Suso ha sfornato un assist dietro l’altro e anche Castillejo, nonostante gli sballottamenti tattici, ha timbrato. Manca Hakan: il calo iniziato proprio dopo il rientro dalla scorsa sosta per le nazionali. Stavolta l’auspicio che il Calha torni con la gamba giusta. Per se stesso e… per Higuain.


i recuperiNon ci dovrebbero essere problemi particolari, ma non va trascurato il fatto che Cutrone e Romagnoli sono partiti per Coverciano e tornati a Milanello nell’arco di poche ore. Patrick ha ancora problemi a una caviglia e Alessio a un flessore. In nessun caso parliamo di cose gravi, ma per entrambi occorre la giusta cautela. Cutrone si sta trascinando il problema ormai da un mese e Romagnoli, trattandosi di un guaio muscolare, ha bisogno dei suoi tempi. L’ultimo fixing dice che domenica dovrebbero esserci entrambi.

i ritorni Togliendo Cutrone e Romagnoli, il Milan ha prestato alle nazionali undici giocatori. Di questi, sei sono probabili(ssimi) titolari nel derby: Donnarumma, Calabria, Rodriguez, Bonaventura, Suso, Calhanoglu. Si tratta comunque di giocatori da gestire pensando a un arco temporale pi esteso, perch quattro giorni dopo il derby ci sar il Betis in Europa League e poi Samp e Genoa (recupero della prima giornata) nei sei giorni successivi.

le contromisure Icardi ovviamente lo spauracchio principale. Il Milan segna parecchio, ma subisce anche tanti gol e quindi Maurito desta parecchie preoccupazioni. Soprattutto alla luce del fatto che il Milan, a parte il Dudelange, quest’anno non mai riuscito a chiudere la porta. La coppia centrale sar Romagnoli e Musacchio: dovranno giocare stretti e di reparto.

le potenzialit Potrebbe sembrare strano da dirsi, visto l’alto rendimento, ma Gattuso chiede ancora di pi a Suso. Chiede di cambiare spartito il pi possibile, di affinare l’intesa con Higuain e soprattutto di cercare maggiormente la conclusione. Le potenzialit per migliorare ulteriormente ci sono, occorre proseguire a lavorarci su per aumentare le opzioni offensive

 Marco Pasotto 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it