Roma, El Shaarawy: “Strootman via? Grande


Stephan El Shaarawy. Lapresse

Stephan El Shaarawy. Lapresse

Da una parte Kevin Strootman, che stamattina andato a Trigoria a trovare gli ormai ex compagni e, molto commosso, ha salutato tutte le persone che hanno lavorato con lui in questi anni. Dall’altra Stephan El Shaarawy, che a due giorni dalla partita di San Siro con il Milan ammette: “La partenza di Kevin rappresenta una grande perdita, ma abbiamo fiducia nei nuovi”.

prove
Considerando che a Trigoria da due anni e mezzo, El Shaarawy si pu quasi considerare un senatore. Venerd potrebbe giocare (oggi Di Francesco ha provato il 4-2-3-1) dietro a Dzeko, nello stadio che lo ha visto crescere: “Non so se giocher, abbiamo provato diversi moduli, per vedere come andarli a prendere e come aggredirli, che sempre stata la nostra forza”. Certo, dopo la cessione di Strootman e il pari contro l’Atalanta l’umore dei romanisti non al massimo: “Dobbiamo ripartire dalla rimonta del secondo tempo – spiega El Shaarawy a Sky -. Strootman era un uomo carismatico, uno che si faceva sentire. Ci sono per giovani di grande talento, nei quali crede la societ e noi compagni. Non dobbiamo dare giudizi affrettati dopo due giornate, i giovani devono crescere perch hanno talento e l’hanno dimostrato. Ci sono i presupposti per fare le cose come l’anno scorso. La Juve? pi forte dell’anno scorso, sar difficile mantenere il passo. Hanno alternative importanti, noi dobbiamo fare il nostro campionato senza pensare troppo alla Juve. Pensiamo a vincere, poi si vedr”. I tifosi provano a crederci: venerd al Meazza saranno pi di mille nel settore ospiti.


 Chiara Zucchelli 

© riproduzione riservata




Link ufficiale: gazzetta.it