rossoneri a valanga. Piatek non si ferma più


La gioia di Franck Kessié e Krzysztof Piatek, autori dei primi due gol del Milan sull'Empoli. AP

La gioia di Franck Kessié e Krzysztof Piatek, autori dei primi due gol del Milan sull’Empoli. AP

Per il Milan sarà un bel weekend: qualunque cosa accada da qui a domenica sera, lo chiuderà al quarto posto della classifica, con vista Inter. Merito del 3-0 all’Empoli con cui i rossoneri conquistano i tre punti nell’anticipo della 25esima giornata: un successo netto, che matura nel secondo tempo e che rinforza le ambizioni Champions di Gattuso.

VAR IN AZIONE
Rino era stato chiaro alla vigilia: con Iachini non si scherza. E infatti, gasati dal 3-0 al Sassuolo dello scorso turno, i toscani nel primo tempo riescono con organizzazione e personalità a frenare l’entusiasmo del Diavolo, pure reduce dall’impresa di Bergamo e da un inizio di 2019 positivo. In questo senso, l’Empoli riceve una (sacrosanta) mano dalla Var, che al 10’ invalida la rete di Paquetà: colpo di testa vincente, ma posizione di fuorigioco sul cross di Rodriguez.


CASTI CI PROVA…
L’osservato speciale è naturalmente Krzysztof Piatek, sul quale Silvestre monta una guardia preventiva, per impedirgli ricezioni pulite. Il polacco sembra faticare un po’ più di quanto era avvenuto nelle ultime uscite, Veseli dà una mano a Di Lorenzo nel contenimento di Paquetà, così alla fine le occasioni migliori prima dell’intervallo capitano a Castillejo. Il vice Suso ci prova tre volte, costringendo in un paio di situazioni Dragowski a tuffarsi per mantenere lo 0-0. Basta questo per scaldare i quasi 48mila di San Siro, che fin lì avevano riservato i loro applausi più convinti ad Andrea Conti, titolare per la prima volta dopo un anno e mezzo.

… ISPIRA…
La partita si spacca all’inizio della ripresa, ancora per merito di Castillejo: i gol sono di Piatek e Kessié, ma lo spagnolo è protagonista sia sul primo (ruba palla e ispira l’assist di Calhanoglu) che sul secondo, col filtrante sfruttato da Kessié per il pallonetto del 2-0. “Pum pum”, canta il Meazza, in onore di Kris e Franck. È una doppia botta troppo dura da digerire per l’Empoli, che in due minuti vanifica quanto di buono aveva fatto fino a quel punto.

… E CHIUDE IL CONTO
E quando piove, a volte grandina: Castillejo completa il suo show personale al minuto 68, deviando in rete l’assist di Conti per il 3-0. Da lì in poi non c’è più match: Cutrone rileva Piatek, Borini dà fiato a Paquetà. I due gioielli del mercato di gennaio rifiatano, perché martedì c’è la prima delle due sfide alla Lazio che valgono l’accesso alla finale di Coppa Italia. E il Milan ci arriva col morale a mille.

I VIDEO DI GAZZETTA TV

 Stefano Cantalupi 

© riproduzione riservata




Link ufficiale: gazzetta.it