Sam muore a 28 anni dopo 8 di agonia


È rimasto paralizzato dopo aver mangiato una lumaca. Aveva contratto una infezione che lo aveva costretto a vivere sulla sedia rotelle da quando aveva 19 anni. Dopo 10 anni di sofferenza, però, Sam Ballard, ex promessa del rugby australiano, è morto lo scorso venerdì 2 novembre a causa di una complicazione legata alla sua condizione. Le ultime parole che ha pronunciato sono state per la mamma, che gli è sempre rimasta accanto: “Ti voglio bene”, ha detto prima di addormentarsi per sempre. Eppure, il suo calvario era cominciato da uno scherzo, uno stupido gioco che Sam aveva accettato di fare come sfida con i suoi compagni di squadra: ingerisce una lumaca ad una festa. Era il 2010. Dopo aver accusato i primi malori, viene trasferito in ospedale, dove va in coma. Al suo risveglio, dopo più di 400 giorni, scopre di non poter più camminare.

Dopo una serie di analisi, i medici hanno capito che Sam aveva la meningite eosinofila, una patologia rara causata da un parassita che portava quell’animale che aveva mangiato, e cioè l’Angiostrongylus cantonensis, conosciuto anche come verme del polmone del ratto. Di solito, infatti, si trova nei roditori, ma è frequente che anche le lumache ne siano infettate dopo aver mangiato i loro escrementi. L’infezione si presenta generalmente con sintomi quali dolori addominali, nausea, vomito e debolezza, che però possono portare anche a febbre, intensi mal di testa e rigidezza del collo. Nei casi più gravi, possono provocare ariflessia, quadriparesi, insufficienza respiratoria e atrofia muscolare, come nel caso di Sam, che è rimasto paralizzato dalla vita in giù. Uno dei suoi amici, presenti alla festa dove il ragazzo ha ingerito la lumaca, ha detto alla stampa locale di “maledire quel giorno. Avevamo bevuto del vino rosso e quando abbiamo visto quell’animale strisciare vicino ai nostri piedi è partita la sfida”. Un altro ha aggiunto, lanciando un messaggio a tutti i giovani: “Pensateci bene prima di afre qualcosa di stupido o avventato quando siete con i vostri amici. Prendetevi cura l’uno dell’altro”.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/