San Handa! Il portiere para tutto è l’eroe di San Siro: “Sono lì per parare” – La Gazzetta dello Sport


Con i suoi miracoli, uno nel primo tempo e almeno due nel finale, Samir ha regalato all’Inter la Champions: “La traversa? D’Ambrosio ci ha salvato, non l’ho vista ma l’ho ringraziato”

Prima della partita, Samir Handanovic, è stato premiato a bordo campo come miglior portiere del campionato: l’inizio e la fine, c’è la sua firma sulla qualificazione in Champions dell’Inter, con tre interventi miracolosi in uscita in serie su Caputo, Farias e alla fine su Ucan. E non a caso viene abbracciato da tutti i suoi compagni. Il portiere sloveno ha parlato così a Inter TV: “D’altronde il portiere è in porta per parare: godiamoci questo momento ma dobbiamo puntare ancora più in alto”.

“Non abbiamo mai avuto paura, ma abbiamo provato a gestirla e abbiamo sbagliato. Succede, abbiamo sofferto e alla fine abbiamo vinto. Non conta come, ma siamo meritatamente in Champions League. Rispetto all’ultima giornata dell’anno scorso è stato un match diverso. E voglio ringraziare il pubblico, meraviglioso. Senza di loro sarebbe stato difficile, era quasi come giocare una partita di Champions. È vero, la Champions League è diversa dal campionato ma quell’esperienza ci è servita: oggi dovevamo contare solo su noi stessi, quella partita maledetta contro il PSV l’abbiamo pagata, ma oggi festeggiamo”.

“L’Empoli è tosto, si è presentato a San Siro con la voglia di vincere. La traversa? D’Ambrosio ci ha salvato, non l’ho vista ma l’ho ringraziato! Per un periodo della serata eravamo in Europa League? Me lo hanno detto dopo, ma era importante vincere ed è successo”.


Link ufficiale: gazzetta.it