Sarri, Ancelotti e… striscioni. Napoli delusa e si divide


Lo striscione di domenica al San Paolo (Lapresse)

Lo striscione di domenica al San Paolo (Lapresse)

Lo striscione di domenica al San Paolo era pi che altro evocativo di momenti felici. Quel “Sarri uno di noi” esposto in curva B era per ricordare l’anniversario del gol al 90’ di Koulibaly allo Juventus Stadium, che diede una vittoria illusoria al Napoli nella corsa allo scudetto della passata stagione. Cammin facendo, nella partita double-face con l’Atalanta montata per la contestazione contro societ e squadra e conseguentemente i malumori coinvolgono l’allenatore.

I VIDEO DI GAZZETTA TV

SONDAGGIO
Dall’inizio della stagione i paragoni fra il gioco di Sarri e quello di Ancelotti sono stati un tormentone continuo. Ma poi i buoni risultati in Champions, almeno fino a dicembre, avevano sopito certi discorsi che oggi tornano a bomba. Napoli e i suoi tifosi sono delusi e abbastanza divisi nella valutazione. Da un lato i sarriani che rivendicano il divertimento delle passate annate col tecnico toscano e il fatto che comunque in due stagioni su tre la lotta per lo scudetto durata sino in fondo o quasi. I sostenitori di Ancelotti invece sottolineano che i risultati sono migliorati, perch comunque la squadra arriver seconda in Coppa Italia uscita ai quarti e nelle Coppe Europee andata meglio. Di certo, per, ed un dato oggettivo: in questa stagione il Napoli ha rallentato perdendo motivazioni troppo presto, nonostante Ancelotti abbia usato il turn over come metodo per portare l’intera rosa in buone condizioni per la primavera.


FUTURO
Gli ancelottiani sono convinti che con il mercato estivo coordinato da Carletto il prossimo Napoli sar davvero suo, e dunque pi competitivo. Ma i critici lo accusano di eccessivo aziendalismo, e lo scetticismo sugli investimenti di Aurelio De Laurentiis resta. Un altro dato di fatto negativo inconfutabile: il San Paolo svuotato di gente e di passione. Giocare a Napoli per gli avversari non pi come entrare in un’area da gladiatori per il tifo assordante.

 Maurizio Nicita 

© riproduzione riservata




Link ufficiale: gazzetta.it