Scoiattolo ucciso e impiccato a un palo della segnaletica stradale


Orrore a Vicarello, piccolo comune in provincia di Livorno, dove ignoti hanno ucciso uno scoiattolo per poi impiccarlo a un palo. A fare la macabra scoperta è stato un uomo che, incredulo e sdegnato, ha inviato le immagini a Livorno Press. Non è purtroppo l’unico episodio simile: il caso, infatti, segue altri accaduti negli ultimi mesi che hanno visto come vittime volpi e lupi, cani e gatti.

Sono molti, infatti, i casi registrati, relativi a maltrattamenti animali che arrivano, spesso, fino alla loro uccisione. Si tratta di trattamenti particolarmente cruenti che non trovano nessuna giustificazione. Operati da personaggi che, sovente, rimangono ignoti o che, nella migliore delle ipotesi, sono condannati ad una semplice pena pecuniaria.

Proprio per questo animalisti e ambientalisti si apprestano a organizzare una grande manifestazione per chiedere al Governo l’inasprimento della pena per chi si macchia di crimini contro gli animali. Promotore dell’iniziativa, che si svolgerà di fronte al Parlamento il prossimo 14 dicembre e che sta raccogliendo molte adesioni da tutta Italia, il PAE (Partito Animalista Europeo). “In quella occasione – spiega il presidente del PAE Stefano Fuccelli – consegneremo al Ministro dell’Ambiente Costa, le oltre 170mila firme che abbiamo raccolto. Perchè, chi si macchia di crimini contro gli animali non può cavarsela solo con una semplice multa”.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/