“Se mi proponessero il Grande Fratello…”


Francesca Costa, mamma di Nicol

Francesca Costa, mamma di Nicol Zaniolo, Instagram

“Sono semplicemente una mamma che segue suo figlio”. E saremmo tutti pronti a crederle, se Francesca Costa – tra fisico da top model e apparizioni social – non si fosse ritagliata uno spazio che va ben al di l del ruolo di genitrice di Nicol Zaniolo, 19 anni, uno dei talenti pi cristallini del calcio italiano. A 41 anni, la Costa si racconta in un’intervista apparsa sulle pagine del “Secolo XIX”, quotidiano ligure, visto che la famiglia ha come base La Spezia, dove vive pap Igor, ex calciatore di buon livello, e che attualmente gestisce un bar, curando anche l’altra figlia, Benedetta, mentre Francesca abita a Roma per accudire Nicol. “La distanza si fa sentire – dice la donna – ma lo facciamo per lui. Nicol non guida e lo porto agli allenamenti. La sera torniamo e preparo la pasta al pomodoro”.

GRANDE FRATELLO
Ma non per la sua abilit di cuoca che lady Zaniolo diventata celebre. Tra foto in costume da bagno o in abito da sera davanti allo specchio, Francesca diventata una raccoglitrice di “like”. “Di sicuro il fatto che sia ancora giovane – Nicol nato quando avevo da poco vent’anni – mi fa essere una mamma che ha un figlio al centro dell’interesse generale, per le foto non le ho messe colte da voglia di celebrit – spiega -. Sono sempre state sul mio profilo. Mi piace fotografarmi, amo lo sport e curo il mio fisico. Poi se fanno colpo mi fa piacere, ma non c’ niente di male”. Tra l’altro, lei nega di avere ambizioni televisive. “Anni fa seguivo Elisabetta Canalis, perch mi piaceva la sua essenzialit, ma non voglio conflitti d’interesse con Nicol. Lui deve essere tranquillo e giocare”. Quindi niente tv? In effetti, una porta sembra rimanere aperta. “Be’, se arrivasse una chiamata da un reality come il Grande Fratello, allora s. Ma niente calcio”. D’altronde, il pallone ha cominciato a rotolare nella sua vita da parecchio tempo. “Io e Igor ci siamo conosciuti in un salone di bellezza che gestiva mia cugina – racconta Francesca -. Lui andava a fare le lampade. C’erano tante ragazze che volevano vedere i calciatori. Ci siamo conosciuti, sposati e poi nato Nicol”. Tutto come in una favola, che le consente di dedicarsi anche al suo hobby preferito: “Fare shopping tra un allenamento e l’altro”. In attesa, forse, che mamma tv bussi alla sua porta. E a quel punto, chiss che i ruoli non si rovescino e non tocchi a Nicol – un giorno – proteggerla dai contrattempi della popolarit.


 Massimo Cecchini 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it