Sembrava un fantoccio. Muore appassionato di kitesurf


Mario Deriu, un appassionato di kitesurf di San Giovanni in Marignano, in provincia di Rimini, è morto ieri pomeriggio in mare in seguito a un incidente durante un’uscita in kitesurf. Stando quanto ricostruito, era in mare a Cattolica e a causa delle fortissime raffiche di vento, è stato scagliato sulla scogliera. Per lui non c’è stato nulla da fare. L’uomo, secondo quanto riferito dalla stampa locale, era una persona molto esperta. Sarebbe entrato in acqua mentre altri surfisti erano a riva. Secondo i testimoni ad un certo punto si sarebbe accorto che non c’erano le condizioni ma, mentre stava cercando di rientrare, una violenta folata l’ha sollevato dall’acqua e l’ha gettato contro gli scogli. I compagni sono riusciti in fretta a recuperarlo. I soccorsi però si sono rivelati inutili.

Un amico, anch’egli appassionato di kitesurf, ha spiegato: “Stava facendo rientro alla base aggrappato alla tavola. Il vento l’ha tirato in alto. Due volte l’ha alzato facendogli fare un giro di 360 gradi. Sembrava un pupazzo inanimato. Poi la raffica lo ha trascinato addosso agli scogli. Non ha avuto scampo”. Felice Prioli, presidente del Circolo Nautico di Cattolica, ha dichiarato alla stampa locale: “Mario è stato uno dei fondatori del Circolo Nautico – racconta – forse non è riuscito a sganciare la vela. Le attrezzature sono sicure, dotate di mezzi di sgancio che consentono di staccare la vela in caso di necessità. Ma forse non è riuscito a farlo. Indossava anche il casco di protezione ma non è stato sufficiente”.

“Non era venuto da solo, c’era un altro amante del kite con lui – spiega un altro testimone – quello che lo ha riportato sulla battigia. Anche io ho visto la scena: una prima volta è ricaduto in mare ma poi è stato trascinato sugli scogli come fosse stato fantoccio”. Mario Deriu lascia la moglie e due figli.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/