Serie A, Frosinone-Sampdoria 0-5, la squadra di Longo crolla nella ripresa


Defrel, Quagliarella, Barreto e Caprari festeggiano la vittoria. Getty

Defrel, Quagliarella, Barreto e Caprari festeggiano la vittoria. Getty

La Sampdoria bissa la vittoria col Napoli e si riscatta dal mal di trasferta. Il colpaccio di Frosinone spezza una serie negativa fuori casa che contava otto k.o. in 9 gare per allungarsi con Giampaolo a 22 stop nei 39 precedenti turni esterni. Cade anche il tabù con le matricole che affliggeva la gestione del tecnico doriano, risaliva al marzo del 2014 (2-1 sul Sassuolo). Amaro il debutto in A allo Stirpe (due turni di squalifica e a porte chiuse) del Frosinone che manca ancora l’appuntamento col gol. Il vantaggio di Quagliarella al 10’ già spiana la partita che però passa nelle mani della Samp solo nella ripresa, quando la formazione doriana vola timbrando una cinquina grazie ai gol di Caprari, Defrel (doppietta) e Kownacki (rigore).

ancora quagliarella
Rispetto all’ultima gara, le novità nel Frosinone sono rappresentata dagli innesti di Krajnc in difesa e di Soddimo a centrocampo. Nella Sampdoria torna Colley al centro della difesa. Prima stagionale per Caprari, che prende il posto dell’infortunato Saponara nella trequarti. Arbitra Irrati: curiosa coincidenza con l’altro precedente in A della sfida (3 anni fa, 2-0 per ciociari). La squadra di Giampaolo affila le su doti in fasi di palleggio. Il muro dei giallazzurri si apre al 10’. Un errato disimpegno di Brighenti viene catturato da Caprari che apre sulla destra per Barreto: traversone per il colpo vincente di Quagliarella. Seconda rete di fila e 129esima in A per l’attaccante a segno per tre volte in altrettante sfide ai ciociari in campionato. Il Frosinone prova a reagire subito: un lancio lungo di Brighenti innesca Perica che viene anticipato da Audero. La squadra di Longo si scuote e miscela aggressività a buon ritmo a tutto campo. Al 20’ la traversa si oppone a un colpo di testa di Brighenti. Insiste il Frosinone, la Samp controlla in trincea. Al 27’ capocciata di Salamon fuori bersaglio. I ciociari spingono per alimentare con continuità la manovra d’attacco, ma i liguri sono pronti e agili nelle ripartenze. Nel finale del primo tempo la Samp riemerge nel possesso palla mentre il Frosinone rallenta senza però abbassarsi troppo. All’intervallo con 1-0 per la formazione di Giampaolo.


dilaga la samp
Subito il Doria all’assalto nella ripresa. Trama articolata, varco sulla sinistra per Quagliarella che pennella un traversone per il colpo al volo di Caprari: al 2’ i liguri fissano il raddoppio. Che vale come un sigillo sulla partita. Il Frosinone comincia a smontarsi. E al 10’ Defrel, servito da Andersen, si esalta in un’azione personale e va a infilare Sportiello col gol del 3-0. Fischi sulla squadra di Longo. Caprari a terra dolorante: viene sostituito da Ramirez. Al 17’ un cambio pure nel Frosinone: Hallfredsson rileva Maiello. Tre minuti dopo Quagliarella viene sostituito da Kownacki. E al 23’ ecco Campbell all’esordio in A: gli fa posto Ciano. Ma è la Samp a imperversare col suo gioco in verticale. Vieira avvicenda Ekdal. Alla mezz’ora applausi del tifosi del Frosinone per Ciofani al rientro in squadra dopo 5 mesi: subentra a Perica. La Sampdoria non è a sazia. Al 38’ poker con Kownacki su rigore (fallo di Hallfredsson sullo stesso polacco). E al 41’ arriva anche il quinto gol: ancora a segno Defrel che cosi replica la doppietta firmata una settimana fa col Napoli. Per il Frosinone è una notte da incubo.

dal nostro inviato Nicola Berardino 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it