Serie A, le probabili formazioni della 10ª giornata


Juan Cuadrado. Getty Images

Juan Cuadrado. Getty Images

Dopo la tre giorni di coppe europee, ritorna la Serie A. Il campionato si apre con Atalanta-Parma (ore 15). A seguire, la Juventus è ospite dell’Empoli (18). Anticipo serale Torino-Fiorentina (20.30). La domenica si apre con il lunch match delle 12.30 tra Sassuolo e Bologna e si chiude con il big match del San Paolo Napoli-Roma (20.30). Milan-Sampdoria domenica alle 18. La decima giornata si concluderà poi lunedì sera, alle 20.30, con Lazio-Inter.

ATALANTA-PARMA
Sabato ore 15


Atalanta – Dopo il 5-1 al Chievo, Gasperini è in cerca di conferme. Ilicic, con la tripletta ai gialloblù, pare essersi guadagnato una maglia da titolare; stesso discorso per Gosens che dovrebbe partire sulla fascia sinistra. Tra i pali spazio a Berisha. In attacco, al fianco del Papu Gomez, ballottaggio Zapata-Barrow con il gambiano favorito.

Parma – Non ce la fa Inglese: il mal di schiena lo terrà fermo per un’altra settimana. Al suo posto, pronto Ceravolo. Gervinho è recuperato e riprenderà il suo posto nel tridente completato da Di Gaudio.

EMPOLI-JUVENTUS
Sabato ore 18

Empoli – Problemi di formazione per Andreazzoli alle prese con diversi infortuni. In primis Veseli che sta recuperando dal problema muscolare rimediato in nazionale e potrebbe restare fuori per altre due settimane. Tra i pali Provedel favorito su Terracciano. A centrocampo, ci sono sia Bennacer che Acquah nel 4-3-2-1. Con l’albero di Natale, Caputo sarà l’unica punta, supportato da Zajc e Krunic alle sue spalle.

Juventus – Allegri dovrà fare ancora a meno di Mandzukic, che si è procurato una distorsione alla caviglia alla vigilia di Manchester. Dal primo minuto Matuidi sembra in vantaggio su Federico Bernardeschi, Cuadrado ha invece superato Douglas Costa. Ronaldo giocherà e al suo fianco è praticamente certo l’utilizzo di Dybala. Nonostante le fatiche europee, il tecnico livornese ha deciso di confermare Szczesny fra i pali e di far accomodare in panchina Mattia Perin. De Sciglio titolare nella difesa a quattro con Bonucci, Chiellini e Alex Sandro. Convocato Spinazzola.

TORINO-FIORENTINA
Sabato ore 20.30

Torino – Mazzarri si affiderà al consueto 3-5-2, con Moretti che torna in campo in difesa al posto di Djidji dopo la panchina di Bologna. La linea mediana sarà composta da Meitè, Rincon e Baselli, mentre il duo d’attacco vedrà Iago Falque con Belotti. Si prospetta dunque una nuova panchina per Simone Zaza.

Fiorentina – Pioli si affiderà ancora al 4-3-3. Due soli ballottaggi: uno a centrocampo, con Benassi favorito su Gerson, e uno in attacco, con Mirallas in vantaggio su Pjaca.

SASSUOLO-BOLOGNA
Domenica ore 12.30

Sassuolo – De Zerbi recupera Boateng, che però dovrebbe andare in panchina, con Babacar nuovamente al centro dell’attacco; ai suoi lati Berardi e Djuricic, più che Di Francesco. Sulla fascia sinistra riecco Rogerio.

Bologna – Diversi dubbi per Inzaghi a centrocampo: Poli, Nagy e Dzemaili il trio favorito, con Pulgar e Svanberg in panchina. Dijks e Krejci hanno svolto lavoro differenziato. In attacco, tridente Orsolini-Santander-Palacio. In difesa, Calabresi provato da terzino destro.

CAGLIARI-CHIEVO
Domenica ore 15

Cagliari – In casa rossoblù, lavorano ancora a parte Farias, Klavan e Lykogiannis. Due dubbi per Maran, entrambi in difesa: Pisacane è in vantaggio su Romagna, mentre nel ruolo di terzino sinistro Padoin è davanti a Faragò. In attacco, Castro a supporto di Joao Pedro e Pavoletti.

Chievo – Nonostante l’assenza di Barba per squalifica, Ventura dovrebbe mantenere il 3-5-2. Al suo posto il favorito è il veterano Cesar, che dunque affiancherà Bani e Rossettini. Depaoli e Jaroszynski favoriti sugli esterni, in mezzo possibile rientro di Giaccherini insieme a Rigoni e Radovanovic. Il sacrificato potrebbe essere Birsa, mentre davanti chance per Meggiorini – che l’ex c.t. conosce bene – in coppia con Stepinski. Tomovic è recuperato e sarà in panchina.

GENOA-UDINESE
Domenica ore 15

Genoa – Nel suo 3-5-2, Juric dovrebbe dare spazio alla coppia d’attacco composta da Piatek e Kouamé. Nell’amichevole settimanale contro l’Entella, è finito k.o. Lapadula che ha rimediato una distorsione alla caviglia destra. Dopo l’esordio contro CR7, il giovane Romero sarà confermato in difesa.

Udinese – Fofana, Mandragora e Da Paul sono tornati a lavorare in gruppo e sono completamente recuperati. Problemi fisici per Nuytinck che dovrebbe essere sostituito da Opoku nella difesa a tre.

Seko Fofana. LaPresse

Seko Fofana. LaPresse

SPAL-FROSINONE
Domenica ore 15

Spal – Valdifiori si ferma per un problema al ginocchio, in cabina di regia dovrebbe esserci Schiattarella. Al centro della difesa, al fianco di Cionek e Vicari, spazio ancora a Bonifazi. In attacco dovrebbe restare ancora fuori Antenucci, a beneficio di Paloschi e Petagna.

Frosinone – Maiello, Molinaro e Perica hanno lavorato a parte. Il primo è l’unico che dovrebbe partire comunque titolare. Ciano trequartista giocherà in appoggio alla coppia Campbell-Ciofani.

MILAN-SAMPDORIA
Domenica ore 18

Milan – Gattuso sceglie un 4-4-2 super offensivo per la partita della verità: davanti a Donnarumma, Abate vince il ballottaggio con Calabria, così come Musacchio resta favorito su Zapata. Sull’out destro dovrebbe agire Suso, sul lato opposto Laxalt: in mezzo, ecco Biglia e Bonaventura. Higuain e Cutrone insieme dal primo minuto. Kessie e Calhanoglu indisponibili.

Sampdoria – Defrel, dopo il problema muscolare patito contro il Sassuolo, dovrebbe stringere i denti ma Caprari si tiene caldo in caso di forfait dell’ultimo minuto. Sulla trequarti, Ramirez parte avanti ma Giampaolo potrebbe rilanciare Saponara.

NAPOLI-ROMA
Domenica ore 20.30

Napoli – Dopo l’impegno europeo a Parigi, gli azzurri sono tornati a lavorare in Italia con Ounas, Luperto e Verdi che hanno svolto differenziato. Insigne in coppia con Milik, dopo aver superato il piccolo infortunio rimediato col Psg. Potrebbe riposare Albiol, in ballottaggio con Maksimovic. Torna in panchina il portiere 21enne Meret.

Roma – Di Francesco è ancora alle prese con gli infortuni di Perotti, sicuramente assente al San Paolo, e Pastore. Karsdorp e Kluivert proveranno a esserci, ma al massimo potrebbero partire dalla panchina. Lo stesso vale per Florenzi, fermo per un affaticamento muscolare. Kolarov scalpita per un posto da titolare sulla sinistra, dopo aver recuperato dall’infortunio. Confermato il tridente Under-Pellegrini-El Shaarawy, dietro a Dzeko. Juan Jesus in coppia con Manolas dietro.

LAZIO-INTER
Lunedì ore 20.30

Lazio – Fiducia a Caicedo in tandem con Immobile. Leiva è uscito malconcio dalla sfida di Europa League e non dovrebbe farcela. Al suo posto, Inzaghi potrebbe spostare Lulic al centro del campo con Patric e Marusic sulle fasce.

Inter – Nainggolan ancora ai box, al suo posto Spalletti potrebbe schierare Vecino come trequartista e non Borja Valero come invece capitato nel derby e al Camp Nou contro il Barcellona. Gagliardini, fuori dalla lista Champions, sicuro di una maglia da titolare insieme a Brozovic. Potrebbe riposare anche Perisic, con Keita pronto a sostituirlo. In difesa, favorito Dalbert su Asamoah.

 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it