si accendono i riflettori. C’ l’andata, poi ci si rivede tra 2 mesi


Frank Kessi

Frank Kessi e Milan Badelj durante la partita di Serie A. Lapresse

La 25 giornata di Serie A archiviata, anche se gli strascichi della notte di Firenze sono ancora vivi e le polemiche ancora sulla bocca di tutti. Ma adesso tempo di pensare alla Coppa Italia, che entra finalmente nel vivo. Le semifinali sono alle porte e le quattro squadre impegnate intravedono all’orizzonte la finale del 15 maggio. Due sfide a sorpresa dopo che nei quarti di finale sono uscite le favorite Juve, Napoli, Inter e Roma. Restano da una parte Lazio e Milan, dall’altra Fiorentina e Atalanta. E la vincente della Coppa Italia, bene ricordarlo, si aggiudica il pass per l’Europa League: escluso il Milan (attualmente 4 in classifica), le altre tre formazioni sono in piena bagarre in campionato per i piazzamenti utili per l’Europa. Lazio e Atalanta sono a braccetto a 38 punti (in compagnia del Torino) al 6 posto, la Fiorentina insegue a sole due lunghezze di distanza. Insomma: in Coppa sar battaglia vera. Ci si gioca tanto. Magari anche l’Europa.

IL CALENDARIO
Rispetto ai turni precedenti, nelle semifinali si giocher con andata e ritorno: si parte domani sera, marted, all’Olimpico, alle 21, con Lazio-Milan. Mercoled, stesso orario, al Franchi tocca a Fiorentina-Atalanta. E poi? Pausa, lunghissima. Perch, si sa, il risultato dell’andata pu indirizzare un confronto ma non pu mai chiuderlo. E la porta della finale rester aperta per tutte per diverso tempo: quasi due mesi. Le gare di ritorno sono infatti previste per mercoled 24 aprile, in contemporanea. Insomma: il fattore campo non c’, il fattore tempo c’, eccome. E potrebbe esercitare un ruolo decisivo. Perch se ora tutte le squadre possono sperare nell’Europa, tra due mesi magari qualcuna sar scesa dal treno e potrebbe fare all-in sulla gara di ritorno per mantenere viva la speranza europea. Per non parlare della condizione e di eventuali infortuni, che potrebbero ribaltare i valori in campo. Si parte domani: ma la porta, qualunque siano i primi risultati, rimarr aperta a tutti. Per altri due mesi.


I VIDEO DI GAZZETTA TV

 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it