“Sì, è una Juve da Champions. Ma volevo il 2-0…”


José Mourinho e Max Allegri. Ap

José Mourinho e Max Allegri. Ap

Tre su tre e ha voglia Mourinho a mostrare le dita del triplete. La Juve di Max Allegri ipoteca la qualificazione agli ottavi di Champions, spegnendo un Manchester United sembrato almeno due gradini sotto ai bianconeri e completando l’andata del girone a punteggio pieno. Lui, Allegri, non si esalta troppo. “Prima della partita con il Genoa, avevamo fatto molto bene con l’Udinese. Oggi siamo tornati a quel livello, concedendoci solo un paio di distrazioni nella ripresa, facendo qualche errore che comunque non dobbiamo fare”. Il Manchester United ha creato poco.

“Siamo stati molto bravi nelle palle aeree, da Chiellini a Bonucci, mentre mi è piaciuto molto Alex Sandro, sia in fase difensiva che dal punto di vista tecnico. Credo che potevamo fare anche il 2-0, ma abbiamo sbagliato l’ultimo passaggio un po’ di volte”. L’assenza di Mandzukic? “Bisogna arrivare in area seguendo altre vie, cercando di muoversi in un modo diverso e non dando punti di riferimento. Lo abbiamo fatto bene, anche se davanti sbagliamo un po’ troppo e dovremmo essere più concreti”. Ora è davvero una Juve da Champions. “Sì, abbiamo fatto un passo avanti, soprattutto nella lettura delle partite. Già a Valencia lo avevo notato. E poi abbiamo cancellato gli errori col Genoa”. No, Allegri non lascia indietro nulla. Dalla coppa al campionato…


 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it