“Siamo motivati. La Champions dipende da noi”


Gian Piero Gasperini, 61 anni. LaPresse

Gian Piero Gasperini, 61 anni. LaPresse

“Possiamo chiudere alla grande una settimana che pu essere decisiva. La Champions? Dipende da noi”. Carico, a dir poco, Gian Piero Gasperini alla vigilia del match con l’Udinese, posticipo della 34a giornata di Serie A che potrebbe riportare la sua Atalanta al quarto posto in classifica a quota 59 punti. Inevitabile, per il tecnico, tornare sull’impresa che ha consegnato il pass per la finale di Coppa Italia (il 15 maggio, all’Olimpico, sfida con la Lazio): “Rimontare e vincere contro la Fiorentina ci ha dato una spinta incredibile, le motivazioni sono altissime. A Roma ci andremo, ma adesso testa al campionato”.

SUPER DEA
Fondamentale battere la squadra di Tudor per continuare a inseguire l’Europa che conta: “Dipende soprattutto da noi. Con un successo torneremmo davanti – prosegue il Gasp -. Occhio, per, ai bianconeri: hanno centrato qualche risultato positivo, nonostante un calendario non semplice. In campionato le partite sono difficili, non sempre possibile vincere con continuit. Le giornate diminuiscono e diventano sempre pi importanti, vogliamo i 3 punti. Non si pu andare avanti con i pareggi”. Giusto guardare al rush finale con ottimismo: “Viviamo un bel momento di forma – prosegue il tecnico -. Vedo attenzione e c’ fiducia, il fatto di riuscire a rimontare non assolutamente secondario: vuol dire che ci siamo, altrimenti non raddrizzeremmo il risultato nell’arco dei 90′. I ragazzi sono consapevoli dei propri mezzi e sono motivati. Vietato essere esageratamente euforici, ma al contempo ci sono energie a sufficienza per chiudere bene la stagione”. ENTUSIASMO
Su Ilicic, l’unico dell’undici titolare che convive con qualche acciacco (da settimane stringe i denti per un fastidio al ginocchio sinistro), cos Gasperini: “Sta bene, l’unico indisponibile Toloi (k.o. per 3 mesi, ndr). Torner Hateboer, squalificato in Coppa Italia”. Da capire se lo sloveno partir dal 1′ con Gomez e Zapata, in caso contrario pronto Pasalic (ottimo a Napoli). In difesa, davanti a Gollini, rientra Mancini (out Masiello, titolare con la Fiorentina). Al suo fianco Djimsiti e Palomino. A centrocampo anche De Roon e Freuler, a sinistra ballottaggio Castagne-Gosens. Chiosa sul pubblico, domani al Comunale presente quello delle grandi occasioni (ultimo match prima dell’abbattimento della Curva Nord): fino a ieri venduti 2.355 tagliandi, da aggiungere ai 15.674 abbonamenti. La biglietteria di Viale Giulio Cesare sar aperta dalle 16:30 (i cancelli mezz’ora dopo).


I VIDEO DI GAZZETTA TV


Link ufficiale: gazzetta.it