Simone Pepe: “Juve quarta in Premier? Non sono d’accordo. Questa Juve è la più forte di sempre. Ronaldo? Non umano…”


Di RAMONA MARCONI

ROMA – L’eliminazione dalla Champions non ridimensiona la forza di questa Juve. Ne è convinto Simone Pepe, ex centrocampista bianconero che – in esclusiva – ai nostri microfoni, analizza il momento della squadra vicinissima all’ottavo scudetto di fila. Sempre con l’ex giocatore romano snoccioliamo tanti argomenti: corsa al quarto posto fino ad arrivare gli obiettivi di mercato.

Lazio-Udinese: che partita hai visto?

La Lazio è partita bene, l’ha messa subito sul piano del gioco. Il rigore sbagliato dall’Udinese, poi, gli ha tagliato le gambe.

Corsa al quarto posto. Tante squadre candidate: come la vedi?

Io penso che i discorsi sono tutti aperti, sia per il terzo, che per il quarto posto. Penso, inoltre, che Lazio e Atalanta rispetto a Milan, Inter e Roma siano più spensierate, abbiano meno pressioni e meno da perdere. Avere meno pressioni può essere un vantaggio.

Juve eliminata dall’Ajax… 

L’Ajax non è più una sorpresa, è una certezza. Lo ha dimostrato anche contro la Juve. La differenza l’ha fatta la condizione fisica straripante dei giovani dell’Ajax, mentre la Juve ha pagato gli infortuni di Douglas Costa, di Chiellini, di Mandzukic, che sono giocatori fondamentali per questa squadra. Nel secondo tempo l’Ajax ha fatto una partita perfetta e se lo è meritata. La Juve, ora, dovrà rimboccarsi le maniche e ripartire. E’ una società straordinaria, io l’ho vissuta dall’interno, e sono certo che sapranno farne tesoro e ripartire.

Ronaldo doveva essere la “garanzia” per conquistare la Champions. Pur facendo benissimo sia in campionato che in Champions, possiamo dire che si erano create troppe aspettative di poter centrale questa competizione con il suo arrivo?

Questo non è un giocatore forte, ma un extraterrestre. Dopo Ronaldo e Messi, ci sono campioni, ma loro non sono umani. Avere Ronaldo in Serie A è motivo di grande orgoglio. Porta visibilità e prestigio. Anche quest’anno ha fatto benissimo: 21 gol, ne ha fatti 3 contro l’Atletico. Purtroppo, però, non può bastare un solo giocatore per conquistare la Champions.

Adani ha dichiarato che la Juve, in Premier League, arriverebbe terza o quarta: condividi il suo pensiero?

Ognuno ha il suo modo di vedere il calcio, ma non sono d’accordo. Io credo che questa sia la Juve più forte di sempre. Credo che queste dichiarazioni siano eccessive, penso, piuttosto, che la Juve sia tra le 5 squadre più forti al mondo. E’ difficile comunque anche farne il paragone perchè è un’altra cultura calcistica.

La Roma chiede 50 milioni per Zaniolo. La Juve ci pensa…

Credo che Zaniolo stia facendo delle cose importantissime ed è sotto gli occhi di tutti. Ma bisogna lasciare la massima serenità al ragazzo e farlo lavorare senza pressioni e voci di mercato.

Napoli non all’altezza dell’Arsenal. Che partita hai visto? 

Il Napoli ha sbagliato la partita all’andata. Ha avuto due occasioni all’andata e ieri, al San Paolo, te la potevi giocare. Ma partire dal 2-0 contro l’Arsenal e contro quell’allenatore, che ha vinto 3 volte la competizione, si fa tutto troppo difficile.

Cosa fai adesso?

Faccio il procuratore sportivo e mi piace molto. E’ una scommessa che ho fatto con me stesso ed è una cosa che mi gratifica molto.

E nel frattempo in casa bianconera si pensa ad una rivoluzione totale, dopo la delusione arriva l’annuncio: “Addio Juve, partiranno loro!” >>>VAI ALLA NOTIZIA

 

 




Link ufficiale: gazzetta.it